Io ho un'abitazione in cemento armato, su 3 livelli (seminterrato, I piano e mansarda). Vorrei ricavare nel seminterrato, un altro appartamento, ma ho problemi di luce. Se sbancassi tutta la terra che batte al seminterrato e opererei dei tagli sul cemento, posso farlo? Cioè voglio tirar fuori il seminterrato dalla terra e bucare il cemento per creare dei finestroni.

Grazie.
aggiungi commento
2 risposte
Gentile Leone Lorenzo, il suo desiderio sarebbe realizzabile, ma è bene essere attenti alle varie implicazioni che ne potrebbero derivare. Non conoscendo lo stato dei luoghi posso solo esprimere qui di seguito qualche suggerimento.
Trattandosi di una casa a struttura di cemento bisogna controllare staticamente come è stata eseguita la parete in calcestruzzo che vuole modificare per realizzare i finestroni. Sarebbe molto utile controllare il progetto strutturale depositato al Genio Civile della sua zona.
Comunque è importante sapere se il Regolamento Edilizio del suo Comune consente la realizzazione di appartamenti a piano seminterrato. Bisogna anche verificare, sempre al Comune, se la modifica al seminterrato, rendendolo fuoriterra anche solo da un lato, determinerà un aumento di cubatura alla sua casa.
Le consiglio quindi di effettuare questi controlli prima di operare e sostenere notevoli spese.
Arch. Lorenzo Margiotta

Arch. Lorenzo Margiotta

Lorenzo LeoneLorenzo Leone
Grazie mille Arch. Margiotta... In realtà la mia preoccupazione era anche un'altra: non vorrei che andando ad operare sulle pareti in cemento armato e vicino alla fondazione (precedentemente previste in maniera diversa), provoco dei danni anche alla struttura già esistente...
Infine, mi scusi Architetto se approfitto, quali sono i parametri che il progetto strutturale dovrebbe contenere?

La ringrazio per la disponibilità, e Le auguro buon lavoro...

Lorenzo Loene
Arch. Lorenzo MargiottaArch. Lorenzo Margiotta
Quando si opera su strutture in cemento armato già realizzate la cautela è d'obbligo perchè quasi sempre si creano situazioni anomale e diverse rispetto a quanto previsto e realizzato in origine.

Di solito un tecnico specializzato in progettazione strutturale prevede sempre tutte le misure necessarie per evitare danni.

Nel suo caso specifico, se la parete di contenimento in questione serve esclusivamente a frenare l'azione di spinta delle terre limitrofe, non ci dovrebbero essere conseguenze, intervenendo però adeguatamente.

Pur tuttavia la verifica andrà fatta sia su come è stata armate la parete (ferri d'armatura, staffatura intermedia, inserimento pilastri, ecc.) e sia come questa parete contribuisca alla statica dei piani superiori.

Il tutto si deduce sia dai disegni del progetto strutturale originario e sia dalla relazione tecnica di calcolo.

Cordiali saluti.
aggiungi commento

Benissimo quanto suggerito dall'Arch. Margiotta.Tenga comunque presente che il cambio d'uso comporta il rispetto dei parametri previsti dal Regolamento Edilizio Comunale( Sup. ill- sup.vent, aumento di superficie utile ecc) . Non si può procedere, a mio avviso, senza consultare l'ufficio tecnico comunale. Dsitintamente geom. Piero Cinti
Geom. Pietro Cinti

Geom. Pietro Cinti

aggiungi commento

La tua risposta
Grazie per il tuo contributo nel rispondere su Edilia2000!
  • Assicurati di rispondere alla domanda. Fornisci dettagli e condividi le tue conoscenze.
  • Attieniti a fatti, dati ed esperienze personali.
Ma evita di...
  • Chiedere aiuto, chiarimenti o commentare altre risposte.
  • Fare dichiarazioni basate su opinioni.
  • Vietato pubblicare indirizzi internet, email o numeri telefonici.
Inserire il nome dell'attività solo se si è titolare o responsabile di tale attività
Cerca un prodotto per nome o tipologia
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?