devo realizzare un porticato di 13x4 metri che copre tutta la lunghezza di un immobile di campagna che mi serve soprattutto per ottenere dell'ombra visto che l'abitazione è rivolta a sud e de è in sicilia.
Che materiale mi consigliate e con quali caratteristiche costruttive.
Infine il costo.
ringrazio anticipatamente
Salvatore
aggiungi commento
2 risposte
La realizzazione di un porticato ( nel suo caso credo voglia dire Tettoia o veranda coperta), presuppone la leggittimità urbanistica dell'intero immobile - onde poter richiedere l'eventuale autorizzazione o permesso a costruire. I materiali da utilizzare variano dal semplice legno lamellare; in ferro con profilati scatolari oppure in c.a.. La tipologia costruttiva da adottare deve inserirsi nel contesto generale della costruzione, in modo tale da adattarla armonicamente nel suo contesto generale.

saluti, giovanni
Geom. Giovanni Campanella

Geom. Giovanni Campanella

aggiungi commento

Condivido con Giovanni Campanella, perchè il suo porticato è uno spazio utile che non deve costituire un ampliamento della costruzione esistente.
Ovviamente, per non costituire anche superficie coperta ai fini catastali/comunali, è preferibile che non sia provvisto di copertura a tetto o a terrazza piana.
Quindi sconsiglierei soluzioni di copertura fisse, optando per cannettati, teli e tendaggi.
Una soluzione a lungo termine potrebbe anche essere un mix di piante rampicanti, ma non penso sia questo il problema.

Per il materiale da scegliere c'è solo l'imbarazzo della scelta: mattoni, legno, legno lamellare, ferro, (sembra strano ma anche cemento).

Comunque, scendendo in dettaglio, evidenzio alcune precisazioni (ovvie) della tipologia costruttiva che possono essere utili: i pilastrini di sostegno della struttura di copertura (anche se non chiusa, e quasi sempre molto larga, è sempre un elemento statico da considerare) possono essere in cemento o mattoni (per adeguarsi all'esistente), oppure metallici, di alluminio, e artigianali in ferro battuto o legno.

Inoltre, in commercio ci sono moltissime varietà di soluzioni, anche prefabbricate da montare col classico sistema "fai da te", quindi consiglio sempre di rivolgersi ad un tecnico - per valutare sostenibilità di pesi, costi ed eventuali autorizzazioni comunali.

Tra le ultime novità commerciali, mi permetto anche di segnalare (non so se va bene per il suo caso) un sistema di copertura a lamelle orientabili in alluminio estruso che funge da frangisole orizzontale anche chiudibile all'occorrenza e a tenuta d'acqua.

Arch. Lorenzo Margiotta
Redazione EDILIA2000

Redazione EDILIA2000

aggiungi commento

La tua risposta
Grazie per il tuo contributo nel rispondere su Edilia2000!
  • Assicurati di rispondere alla domanda. Fornisci dettagli e condividi le tue conoscenze.
  • Attieniti a fatti, dati ed esperienze personali.
Ma evita di...
  • Chiedere aiuto, chiarimenti o commentare altre risposte.
  • Fare dichiarazioni basate su opinioni.
  • Vietato pubblicare indirizzi internet, email o numeri telefonici.
Inserire il nome dell'attività solo se si è titolare o responsabile di tale attività
Cerca un prodotto per nome o tipologia
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?