• Padiglione

    Piccola costruzione per lo più isolata e decorata. Si dice anche della volta a base quadrata.  In origine, tenda o baldacchino. Costruzione indipendente in un giardino. Specialmente in Gran Bretagna, costruzione in aggetto rispetto a una facciata, con copertura propria. Elemento coordinato a un complesso più ampio (scuole, ospedali ecc.). Stand da esposizione.

  • Pagoda

    Tempio buddista a più piani a pianta quadrata o poligonale. Può essere isolata, come santuario indipendente o sorgere con altri edifici all'interno di un recinto sacro. Venne spesso copiata nei giardini europei nel XVIII secolo.

  • PAI

    Piano di bacino Previsto dalla legge n. 183 del 1989 come piano territoriale di settore, concerne la difesa del suolo, il risanamento delle acque, la gestione del patrimonio idrico, la tutela dell'ambiente, nei grandi bacini idrografici di interesse nazionale. La redazione è affidata ad una apposita Autorità di Bacino. Deve essere coordinato con i piani urbanistici alle varie scale.

  • Pala

    Quadro per altare contornato per lo più da cornice architettonica.

  • Palafitta

    Palo a punta che conficcato assieme ad altri in terreno acquitrinoso serve a sostenere le fondamenta di un edifìcio.

  • Palazzo

    Fino al XVIII secolo è stato, con il tempio o la chiesa, il tipo più importante e rappresentativo di edificio, specchio delle diverse società. In epoca moderna ha assunto carattere strettamente funzionale, perdendo l'esclusiva caratteristica di dimora signorile. Il termine perciò è oggi esteso ad indicare edifici residenziali (nel caso siano di dimensioni ridotte, con il diminutivo palazzina) o edifici legati a specifiche attività (es. palazzo di giustizia, dei congressi, dello sport).

  • Palmella

    Decorazione derivata dalla palma molto usata nel-l'arte greca. /

  • Pannello

    Elemento costruttivo bidimensionale, a volte decorato di superficie, usato come tamponamento, paramento, rivestimento e finitura o isolamento sia all'esterno che all'interno degli edifici. Spesso prefabbricato, in alcuni casi ha anche funzione strutturale (pannello portante).

  • Pantheon

    Tempio dedicato a tutti gli dei.

  • Parametratura

    Sistema di riferimento cartografico costituito da reticolo ortogonale di rette equidistanti.

  • Parasta

    Pilastro poco sporgente - anta.

  • Parcheggio

    Spazio riservato alla sosta prolungata di un insieme di veicoli. Posteggio, Posto auto.

  • Parco

    Complesso di spazi aperti, coltivati o meno a giardino, che variano in estensione e per natura degli edifici ed attrezzature eventualmente contenuti in relazione alla dimensione (parco urbano, di quartiere) e alle modalità di uso (parco pubblico, privato). Area in cui sono vigenti particolari norme di tutela per preservarne i valori naturalistici, sia in senso di semplice conservazione, sia in modo dinamico (tutela attiva) nel caso di compresenza di fattori turistici, insediativi e socioeconomici. (in Regione Lombardia la materia è regolata dalla legge quadro sulle aree protette L.R. 86/1983). Parco tecnologico.

  • Parco locale di interesse sovracomunale

    In Regione Lombardia area protetta istituita normalmente da due o più comuni, prevista dalla L.R. 86/1983. Con la L.R. 1/2000 vengono delegate alla Provincia le funzioni di riconoscimento, modalità di pianificazione ed erogazione dei fondi.

  • Parco naturale

    In Regione Lombardia è una zona, normalmente compresa in un parco regionale, caratterizzata da un elevato grado di naturalità e destinata prevalentemente alla conservazione. A tali aree si applica la disciplina di tutela di cui al titolo III della legge 394/1991, che prevede, tra l'altro, il divieto assoluto di caccia.

  • Parco regionale

    Area protetta di interesse regionale, istituito con legge regionale. In Regione Lombardia è normato dalla legge quadro sui parchi: L.R. 86/1983 – Piano generale delle aree regionali protette.

  • Parete

    Elemento verticale di separazione tra due locali contigui o dall'ambiente esterno. Può avere funzione strutturale, portante, distributiva, di separazione, di tamponamento.

  • Parti comuni

    Quelle unità ambientali che servono o che connettono funzionalmente più unità immobiliari.

  • Pàtera

    Vaso antico per libazioni e sacrifici. Si usa come motivo decorativo.

  • Pavimento

    Elemento costruttivo orizzontale che poggia sul solaio, delimitando un ambiente costruito e sostenendo il passaggio delle persone. È generalmente rivestito da uno strato di materiali quali legno, marmo, ecc. Con il termine pavimentazione si definisce la sola struttura di rivestimento utilizzata in ambienti esterni (pavimentazione stradale).

  • PEC

    Acronimo di Posta Elettronica Certificata: e' un sistema di "trasporto" di documenti informatici che presenta delle forti similitudini con il servizio di posta elettronica "tradizionale", cui però sono state aggiunte delle caratteristiche tali da fornire agli utenti la certezza, a valore legale, dell’invio e della consegna (o meno) dei messaggi e-mail al destinatario.

  • Peduccio

    Mensola per sostenere busti, ecc., e su cui posano gli spigoli della volta.

  • PEEP

    Piano di zona per l'edilizia economica e popolare Previsto dalla legge 167/1962; è un piano attuativo del PRG, finalizzato a pianificare gli insediamenti destinati agli alloggi popolari. E' obbligatorio per i comuni capoluoghi di provincia, o con popolazione superiore a 50.000 abitanti.

  • Pennacchio

    Son per lo più sezioni triangolari di calotta sferica fra la cupola ed i piloni che la sostengono.

  • Pensile

    Si dice dei giardini sostenuti da colonne, muri, ecc.

  • Perequazione urbanistica

    Nel linguaggio urbanistico si intende generalmente per perequazione quel principio la cui applicazione tende ad ottenere due effetti concomitanti e speculari: la giustizia distributiva nei confronti dei proprietari dei suoli chiamati ad usi urbani e la formazione, senza espropri e spese, di un patrimonio pubblico di aree a servizio della collettività.

  • Pergamo o Ambone

    Pulpito delle chiese per leggervi l'Epistola o il Vangelo.

  • Periptero

    Tempio circondato da colonne.

  • Peristilio

    Cortile circondato da colonne.

  • Pianificazione attuativa

    Pianificazione particolareggiata, che realizza in dettaglio le scelte del piano generale: piani per gli insediamenti produttivi; piani di zona per l'edilizia popolare; piani di lottizzazione; piani particolareggiati; piani di recupero.

  • Pianificazione generale

    In urbanistica, per caratteristiche e contenuto delle prescrizioni, la scala di pianificazione non direttamente esecutiva: piani territoriali di coordinamento; piani regolatori generali; piani intercomunali; programmi di fabbricazione.

  • Piano

    Parte di un edificio compresa tra due solai successivi. In base alla loro posizione, possono essere interrato, seminterrato, oppure fuori terra (piano utile di un edificio) terreno, mezzanino, attico. Si definisce piano nobile quello che nell'edilizia storica di pregio si distingue per altezza e distribuzione dei locali; piano tipo la disposizione planimetrica dei locali che viene ripetuta a più livelli in uno stesso edificio.

  • Piano di sviluppo urbanistico delle comunità montane

    Previsto dalla legge 1102/1971, articola le zone montane in ambiti sovracomunali allo scopo di favorirne il riequilibrio economico e sociale, nel quadro dei programmi regionali.

  • Piano regolatore generale intercomunale

    Previsto dalla legge urbanistica 1150/1942, quando le caratteristiche di sviluppo di due o più comuni contermini rendono opportuno il coordinamento degli strumenti urbanistici.

  • Pianta

    Rappresentazione di città o parte di essa, in scala maggiore di 1:10.000.

  • Piattabanda

    Arco molto basso.

  • Piazza

    Elemento urbanistico caratterizzato da un allargamento dello spazio aperto dovuto generalmente all'incontro di due o più strade, e caratterizzato dalla presenza di edifici pubblici e privati ed eventuali elementi d'arredo, disposti a racchiudere in tutto o in parte lo spazio libero. Punto di raccolta e socializzazione della comunità.

  • Picnostilo

    Intercolonnio di un diametro e mezzo.

  • Piedestallo

    Parte architettonica su cui poggia la base della colonna, o che regge una statua, un vaso, ecc.

  • Piedritto

    Sostegno verticale su cui si imposta Parco o la volta.

  • Pieno

    È la parte massiccia di una fabbrica, il contrario delle parti vuote, come archi, porte, finestre, ecc.

  • Pietra

    Il termine identifica un complesso di materiali minerali naturali (calcare a grana fine, marmo, arenaria, granito, tufo) usati in edilizia fino dall'antichità, spesso sagomati in conci. Usati per la costruzione di strutture edilizie o per scopi ornamentali.

  • PII

    Programma integrato di intervento Raggruppamento di progetti di trasformazione urbana, istituito dalla Legge 179/1992, con il fine di riqualificare il tessuto urbanistico, residenziale ed ambientale in ambiti di specifica rilevanza territoriale. Se in contrasto con le previsioni di Piano regolatore generale, ne costituisce variante. Per la Regione Lombardia i PII sono regolati dalla L.R. 9/1999, che prevede che il comune si doti di un Documento di inquadramento, allo scopo di definire gli obiettivi generali della sua azione amministrativa.

  • Pila

    Muro di sostegno delle arcate di un ponte.

  • Pilastro

    Muro di sostegno a pianta quadrata che ha lo stesso ufficio delle colonne.

  • Pilastro

    Elemento di sostegno ad asse verticale con sezione quadrangolare o poligonale, non circolare come nella colonna. La sua struttura, monolitica (calcestruzzo armato, acciaio) o a blocchi (muratura), può sopportare sforzi di compressione assiale più rilevanti rispetto alla colonna. Pilastrata, Pilone, Pilotis.

  • Pilone

    Nome che si da ai pilastri che reggono la cupola ed alle torri che fiancheggiano le porte dei templi egiziani.

  • Pinnacolo

    Piccolo obelisco molto usato nello stile gotico.

  • PIP

    Piano per gli insediamenti produttivi. Previsto dalla legge 865/1971; è un piano attuativo del PRG. Regola l'ubicazione degli impianti industriali, artigianali, commerciali, turistici, e delle opere di urbanizzazione connesse.

  • Piramide

    Massiccia costruzione a base quadrata, con fianchi triangolari obliqui che s'incontrano in un punto alla sommità.

  • PIRP

    Acronimo del Programma Integrato di Riqualificazione delle Periferie. Sono progetti mirati alla riqualificazione di alcune aree della città che presentano particolari criticità nei settori sociali, ambientali, urbanistici ed economici.  Sono definiti dalla Regione Puglia come programmi finalizzati alla rigenerazione delle periferie urbane, siano esse luoghi fisicamente esterni o interni della città consolidata, resi marginali dai processi di sviluppo insediativo contemporanei e afflitti da gravi problemi di degrado fisico, sociale ed economico.

  • Piscina

    Vasca o bacino d'acqua che può avere varie destinazioni, in primis la pratica del nuoto; per estensione, i servizi e gli impianti connessi. Altri significati antichi: vivaio o peschiera, collettore d'acqua, fonte battesimale del battistero.

  • Pixel

    Contrazione di picture element, è il componente elementare di un'immagine raster caratterizzato da un valore associato.

  • PL

    Piano di lottizzazione Previsto dalla legge urbanistica 1150/1942, è uno strumento di attuazione del PRG, generalmente di iniziativa privata e alternativo al piano particolareggiato. Ha lo scopo di precisare in dettaglio gli interventi di urbanizzazione e edificatori in una determinata area.

  • Planimetria

    Rappresentazione di una superficie topografica terrestre (sinonimo di pianta, con riferimento a rappresentazioni di terreni, fabbricati, strade ecc… in grande scala).

  • Planimetrico e Rilevamento P.

    Rappresentazione della proiezione del terreno su piano orizzontale.

  • Planisfero

    Rappresentazione piana a piccolissima scala dell’insieme terrestre, senza la separazione in emisferi.

  • Plastici

    Rappresentazioni in rilievo della superficie terrestre, nella sua corrispondente forma reale.

  • Plinto

    Dado facente parte della base della colonna o della base del piedestallo.

  • Podio

    Parte del teatro romano ove sedevano i magistrati.

  • Policromia

    Decorazione a vari colori.

  • Polistilo

    Edificio con un gran numero di colonne.

  • Ponte

    Complesso strutturale che consente di scavalcare un corso d'acqua, una vallata (viadotto), una strada o una ferrovia senza ingombrare lo spazio o il transito sottostanti. Nel caso le dimensioni siano ridotte, passerella.

  • Pop-up (finestre pop-up)

    Per finestre pop-up si intendono, in internet, tutte le finestre del browser che si aprono oltre alla finestra originale, indipendentemente dal contenuto, dalla funzione, dalla dimensione o dall'origine. Quando un utente entra o abbandona un sito, non devono venire visualizzate ulteriori finestre del browser

  • Porta

    Il vano aperto entro un muro, una cinta urbana ecc. per consentire il passaggio. Il serramento che, mediante sportelli detti battenti (uno o due), chiude il vano della porta, e l'infisso relativo. Se di grandi dimensioni è detto portone, portale se di carattere monumentale.

  • Portico

    Galleria al piano terreno di un edificio, predisposta per la circolazione specifica dei pedoni, con almeno un lato aperto, sostenuta da colonne o pilastri regolarmente distanziati e talvolta con fronte corto colonnato. Può trovarsi sulla facciata di un palazzo, per disimpegno e ornamento, o di una chiesa, o cingere un cortile o una piazza. Quando si estende notevolmente in lunghezza, lungo una strada, è detto porticato.

  • Portolano

    Rappresentazione descrittiva della costa con i suoi punti cospicui; contiene anche suggerimenti per la condotta della navigazione per l’atterraggio, per l’ancoraggio e per l’entrata in porto, informazioni sulle attrezzature portuali ecc. È corredato di vedute di coste e di fotografie o disegni dei segnalamenti marittimi più importanti. È il necessario complemento alle carte nautiche.

  • Postico

    La facciata posteriore di un tempio.

  • Pozzo

    Vano o scavo verticale, di solito a sezione circolare. Nel significato fondamentale serve ad attingere acqua o altre sostanze (minerali); per estensione, vuoti interni ad un edificio, con specifiche funzioni tecniche (pozzi di illuminazione o di contenimento delle scale).

  • PP

    Piano particolareggiato Previsto dalla legge urbanistica 1150/1942; è uno strumento di attuazione del PRG, precisa l'assetto definitivo delle zone, attraverso limiti e vincoli di trasformazione urbanistica.

  • PPA

    Programma pluriennale di attuazione Strumento programmatorio con cui il Comune individua le aree in cui, entro un periodo fissato, sarà avviata sarà avviata l'attuazione del piano urbanistico generale. Con il PPA si valutano le spese necessarie per gli interventi previsti, e la ripartizione fra operatori pubblici e privati.

  • PR

    Piano di recupero P. di recupero del patrimonio edilizio esistente - Previsto dalla legge 457/1978; è un piano attuativo del PRG. Inquadra gli interventi di recupero in un processo di pianificazione urbanistica, finalizzato alla riqualificazione edilizia e sociale del patrimonio esistente. Può essere di iniziativa privata.

  • Precisione metrica

    È un parametro di qualità locale di una cartografia, definito come la differenza della posizione di un punto sulla cartografia rispetto alla sua posizione reale nel sistema di riferimento cartografico nazionale.

  • Precisione semantica

    È un parametro di qualità locale di una cartografia ed è definito come corrispondenza tra la realtà e l'attributo qualitativo associato all'oggetto.

  • Prefabbricazione

    Sistema costruttivo industriale che produce in grande serie elementi da impiegare nell'edilizia e nell'ingegneria civile. La prefabbricazione di grossi elementi è detta pesante, quella di elementi da combinare tramite montaggio leggera.

  • Preposto

    Persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazi one delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavorato ri ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. Il Preposto deve avere formazione attestata specifica sulla sicurezza.

  • PRG

    Piano regolatore generale Previsto dalla legge urbanistica 1150/1942, è esteso a tutto il territorio comunale, ha validità a tempo indeterminato, è lo strumento principale di pianificazione urbanistica.

  • Progetto

    Processo di elaborazione teorica e metodologica che precede l'esecuzione di un'opera architettonica. Progetto coordinato, Progetto di massima ,Progetto esecutivo, Progetto municipale. Proposta tecnica particolareggiata da attuarsi a valle e a seguito di una previsione di piano o di programma. In urbanistica, anche la fase di redazione di un piano che segue l'analisi.

  • Programma

    Raggruppamento di progetti considerati dal piano, selezionati in base alle loro caratteristiche, p. es. il programma pluriennale di attuazione del piano regolatore generale.

  • Proiezione

    Vedi sistema di proiezione.

  • Proiezione geografica

    È un sistema di proiezione globale, utilizzato storicamente per primo, basato sulla suddivisione della terra in meridiani e paralleli. Il suo sistema di riferimento - latitudine/longitudine - misura le distanze angolari, partendo rispettivamente dal piano di riferimento dell'equatore e da quello del meridiano di Greenwich.

  • Proiezioni conformi

    Sono sistemi di proiezione generalmente utilizzati per la cartografia degli oceani e dell'atmosfera, poiché consentono di mantenere fedeli alla realtà le relazioni angolari tra gli elementi e, quindi, le direzioni dei venti o il fronte del tempo.

  • Proiezioni equidistanti

    Sono sistemi di proiezione che preservano le distanze tra punti determinati.

  • Proiezioni equivalenti

    Sono sistemi di proiezione che preservano l'indicazione dell'area: generalmente sono utilizzati nel caso in cui l'utente della cartografia debba confrontare dimensioni territoriali (per esempio boschi o zone destinate all'agricoltura).

  • Project Financing

    E' un insieme di procedure che consentono di realizzare opere pubbliche con l'apporto di capitale e competenze proprie del settore privato. Essenzialmente il Project Financing ( o Finanza di Progetto) è normato dalla Dir. 93/37 della CEE (14 giugno 1993) "Direttiva del Consiglio che coordina le procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori" e dalle successive modifiche ed integrazioni. Per l'Italia dalla Legge 11 febbraio 1994, n.109, "Legge quadro in materia di lavori pubblici" e successive modifiche ed integrazioni. Le fasi principali di un'operazione di Project financing sono la costruzione e la gestione dell'opera realizzata, attraverso la quale l'investitore deve rientrare del capitale investito e attraverso la quale deve ottenere un congruo profitto. E' per questo che il finanziamento dell'opera ruota attorno non tanto alle garanzie che sono capaci di fornire i soggetti promotori dell'iniziativa, ma alle qualità tecnico-economiche del progetto. E' il progetto che deve essere in grado di generare flussi di cassa e che deve costituire la garanzia primaria per il rimborso del debito e per la remunerazione del capitale di rischio. La fase di gestione dell'opera diventa perciò di primaria importanza nell'economia complessiva dell'operazione dato che solo una gestione efficace potrà consentire di generare i flussi di cassa necessari a soddisfare tutti i soggetti investitori.

  • Prolilo

    Il contorno di più modanature.

  • Pronao

    L'atrio del tempio.

  • Propileo

    Atrio o vestibolo grandioso di una reggia o di un tempio o altri luoghi ragguardevoli.

  • Prospettica e Pianta P.

    Immagine della città presa da un punto di vista molto alto che forma con il suolo quasi sempre un angolo prossimo ai 45°. Il punto di vista spesso non rimane fisso, ma progredisce, generalmente da Sud verso Nord, in modo che ogni zona della città abbia il suo fuoco particolare, quasi con il medesimo angolo prospettico.

  • Prospettica e Veduta P.

    Rappresentazione del profilo della città che tiene per epicentro un punto abbastanza basso sul terreno, questa particolare veduta comporta un angolo visuale molto ampio.

  • Prospettiva

    L'arte che insegna a disegnare gli oggetti con In modificazioni che apporta loro la distanza e la posizione sia dell'oggetto che di chi guarda.

  • Prospetto

    Quanto appare di un oggetto, edificio o parte di esso in elevazione, cioà in proiezione ortogonale sul piano verticale, sia nella realtà che nella rappresentazione.

  • Prostilo

    Tempio con colonne nella facciata anteriore.

  • Pròtiro

    Piccolo portico avanti alla porta principale delle chiese romaniche.

  • Protocollo d'intesa

    È un accordo fra enti pubblici (al quale possono, in varia forma, partecipare anche soggetti privati) caratterizzato da una certa genericità. Può trattarsi di un accordo fine a se stesso, oppure di un accordo preliminare a uno più dettagliato e più rigidamente vincolante; un esempio di questo tipo di accordo è dato da quello che può scaturire da una conferenza di servizi convocata (ai sensi dell'art. 34 del D.lgs. 267/2000) al fine di verificare la fattibilità di un accordo di programma. Spesso si usa erroneamente l'espressione accordo di programma per definire accordi nei quali difettano i contenuti per essi previsti dalla legge, e che sono in realtà dei protocolli di intesa.

  • PRUSST

    Programma di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio Raggruppamento di progetti innovativi in ambito urbano, regolati dal D.M. 8-10-1998, aventi l'obiettivo di avviare una sperimentazione sulle azioni amministrative più efficaci per attivare i finanziamenti che sarebbero stati previsti nel quadro di sostegno comunitario. I finanziamenti nazionali previsti derivavano dalle disponibilità non utilizzate dei precedenti Programmi di riqualificazione urbana.

  • Pseudodiptero

    Tempio che pur conservando lo spazio per due file di colonne, non ne aveva che una attorno.

  • Pseudoperiptero

    Tempio in cui le colonne attorno erano incastrate per metà nel muro.

  • PSIC

    Acronimo del Piano dei Siti di Importanza Comunitaria.

  • PTC

    Piano territoriale di coordinamento. Previsto dalla legge urbanistica 1150/1942, con lo scopo di coordinare l'attività urbanistica di determinati ambiti territoriali. I comuni compresi nel PTC sono tenuti ad uniformare i propri strumenti urbanistici ai suoi contenuti.

  • PTP

    Piano territoriale paesistico Previsto dalla legge 1497/1939, allo scopo di tutelare il patrimonio naturale e paesaggistico, è redatto su iniziativa della Soprintendenza ai beni culturali. I comuni sono tenuti ad uniformare i propri strumenti urbanistici ai contenuti del piano paesistico. Secondo la legge 8 agosto 1985 n. 431 (legge "Galasso") le stesse finalità possono essere perseguite anche attraverso piani territoriali urbanistici di coordinamento di iniziativa regionale, che includano la valorizzazione ambientale tra i loro obiettivi.

  • Pubblicazione del piano

    Fase dell'iter in cui il piano è esposto al pubblico per eventuali osservazioni (a un piano generale) o opposizioni (a un piano attuativo).

  • Pulvinare

    Luogo del teatro romano ove sedevano gli imperatori.

  • Pulvino

    Secondo capitello a tronco di piramide a base quadrata che si metteva sul capitello, specie nello stile bizantino.

  • Punto di controllo

    Un punto di coordinate note riconoscibile sull'immagine o carta che si vuole georeferenziare. Normalmente gli algoritmi di georeferenziazione richiedono più punti di controllo (almeno quattro) per ciascun foglio.

  • PUT

    Piano urbano del traffico. Previsto dalla Circolare del Ministero LL.PP. n. 2575 del 1986, il PUT, strettamente legato alle previsioni del piano urbanistico, ha il fine di migliorare le condizioni di circolazione veicolare, di sosta, e di ridurre l'inquinamento atmosferico e acustico.

  • Puteale

    Il parapetto di un pozzo, per lo più ornato da basso-rilievi.

  • PUTTP

    Acronimo del Piano Urbanistico Territoriale Tematico per il Paesaggio.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?