• Baccello

    Ornato a forma di baccello, particolarmente usato nel capitello ionico.

  • Bacino

    Area geografica definita da fattori fisici, socioeconomici o di relazione: bacino idrografico, di traffico o di pendolarità, di utenza di una determinata infrastruttura ecc.

  • Background

    Il complesso degli elementi necessari per conoscere meglio un fatto. In genere è rappresentato dai precedenti del fatto.

  • Badia

    V. Abbadia.

  • Balaustra

    Parapetto formato da colonnine basse e sagomate, in legno o pietra, usate in serie.

  • Balaustrata

    Serie di piccole colonne di varia forma sostenute da base e cornice comune a tutte per recingere terrazze, balconi, ecc.

  • Balcone

    Struttura orizzontale sorretta da mensole o a sbalzo in aggetto rispetto alla facciata, cui si accede da una porta finestra; se lo sbalzo è maggiore di 1metro si parla di terrazza; se vi si affacciano più finestre è detto balconata, se è molto lungo ballatoio.

  • Baldacchino

    Copertura dell'aitar maggiore delle basiliche, sor-retta da colonne. Si dice anche del coronamento delle statue gotiche.

  • Ballatoio

    Piccolo terrazzo che gira attorno ad un edifizio.

  • Banda

    Intervallo di frequenza dello spettro elettromagnetico nel quale operano i sensori - ad esempio di un satellite - in grado di separare le informazioni raccolte nello spettro visibile e nell'infrarosso (temperatura, umidità, ecc.).

  • Barocco

    Stile dominante in Italia dalla fine del 500 alla metà del 700.

  • Barriera architettonica

    Ogni elemento architettonico che possa compromettere l'accessibilità di un qualsiasi spazio aperto o chiuso; soprattutto elementi di ostacolo al passaggio di bambini, anziani e persone portatrici di handicap.

  • Barriere

    Tutti quegli ostacoli che impediscono o limitano alle persone, temporaneamente o permanentemente affette da una minorazione, di compiere qualcuno degli atti che sono possibili ed agevoli alle persone considerate "sane". Le barriere fisiche, che certamente hanno anch'esse effetti e implicazioni di ordine psicologico, rientrano nel dominio dell'urbanistica, dell'architettura e dell'edilizia in genere. Le barriere fisiche si possono suddividere in barriere architettoniche (vd termine barriere architettoniche); barriere urbane, costituite da quegli impedimenti fisici che impediscono o limitano la circolazione alle persone con deficit motori o sensoriali (marciapiedi in forte pendenza, attraversamenti pedonali inadatti, scalinate); barriere di localizzazione (che si possono anche far rientrare fra le barriere urbane) costituite da quelle cattive scelte urbanistiche ed architettoniche che limitano la possibilità di utilizzare le attrezzature pubbliche. Ad esempio, la poca riconoscibilità di edifici destinati all'uso sociale, che rende difficoltoso il loro reperimento a chi ci va per la prima volta; lo scoordinamento nella localizzazione delle attrezzature, che potrebbero essere meglio riunite in complessi integrati più accessibili maggiormente utilizzabili; l'eccessiva distanza delle attrezzature sociali dalle abitazioni di chi le usa, dovuta al mancato rispetto dei massimi raggi di influenza. (F. Vescovo in "Accessibilità e barriere architettoniche", Maggioli, Rimini, 1990)

  • Barriere architettoniche

    Sono gli ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobilità di chiunque e in particolare di coloro che, per qualsiasi causa, hanno una capacità motoria ridotta o impedita in forma permanente o temporanea; gli ostacoli che limitano o impediscono a chiunque la comoda o sicura utilizzazione di parti, attrezzature o componenti di edifici, di spazi attrezzati e spazi a verde; la mancanza di accorgimenti e segnalazioni che permettano l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque e in particolare per i non vedenti, per gli ipovedenti e per i sordi. (D.M. LL.PP. n. 236/89 e D.P.R. n. 503/96).

  • Barriere localizzative

    Gli ostacoli o impedimenti della percezione connessi alla posizione, alla forma o al colore di strutture architettoniche, tali da ostacolare o limitare la vita di relazione delle persone affette da difficoltà sensoriale.

  • Basamento

    Parte inferiore di appoggio, a volte leggermente allargata rispetto a quanto sorregge, a sostegno di un Edificio o di u elemento architettonico. Detto anche zoccolo, o base se è posto a sostegno di un elemento isolato (colonna).

  • Base

    Il sostegno d'una colonna, piedestallo, statua, ecc.

  • Basilica

    Nell'architettura pagana un edifizio destinato alla giustizia e al commercio; nell'architettura cristiana le chiese più importanti.

  • Bassorilievo

    Scultura in cui nessuna parte distacca completamente dal fondo.

  • Bastoncino

    Modanatura a forma di piccolo cilindro.

  • Bastone

    Modanatura più grande e della stessa forma del bastoncino.

  • Battage

    Servizio giornalistico impegnato a sostegno di un avvenimento o di un personaggio pubblico.

  • Battistero

    L'edificio ove si da il battesimo, separato dalla chiesa fino al XVI secolo; ridotto poi a sola fonte.

  • Becco di civetta

    Modanatura risultante da due archi concavi, usata per gli orli dei vasi, delle vasche, ecc.

  • Bellezze naturali

    Ambienti naturali o determinati dall'azione storica dell'uomo, considerati degni di tutela per la loro qualità o rarità.

  • Belvedere

    La parte più elevata di un edifizio costruito per godere di una vista spaziosa.

  • Beni culturali

    Singoli elementi mobili o immobili. Costituiscono o contribuiscono a costituire un ambiente fisico di alta qualità, dal punto di vista artistico, storico, sociale. Con la pianificazione urbanistica si possono tutelare i beni culturali immobili: edifici, centri storici, aree archeologiche, paesaggi.

  • Biblioteca

    Edificio o ambiente in cui vengono conservati manoscritti e libri, a fini culturali e di divulgazione. La sua struttura architettonica ha subito numerose variazioni nel tempo a partire dalle biblioteche a sala unica greche e romane, con una progressiva specializzazione e suddivisione degli ambienti in base alle loro funzioni (sale di lettura, magazzini, uffici). È possibile sia dotato di ambienti destinati alla conservazione di materiali specifici come ad esempio giornali e riviste (emeroteca) o musica e immagini conservate su supporto magnetico (mediateca).

  • Bifora

    Si dice per Io più di finestra a due aperture.

  • Bilancio di impatto ambientale

    Dall'esperienza americana dell'Environmental Impact Assessment. Strumento conoscitivo preliminare, di natura sia fisico-tecnologica che socioeconomica, che delinea una ipotesi di costi/benefici rispetto ad una azione proposta (opera o attività).

  • Binomizzazione

    Ricorso a binomi di immediata comprensione nel linguaggio giornalistico.

  • Biodiversità

    Il termine "biodiversità" traduce inadeguatamente l´inglese "biodiversity", meglio traducibile come "biovarietà".
    Tale definizione è recentemente entrata nell´uso comune, a seguito della diffusione di una cultura della conservazione ambientale, così come all´importanza del concetto stesso di "biodiversità".
    Esso sta a indicare il fatto che la vita sulla terra, compresa quella della specie umana, è possibile grazie a un elevato livello di funzionalità degli ecosistemi.
    Biodiversità è la varietà delle forme di vita vegetali e animali presenti negli ecosistemi del pianeta.

  • Bizantino

    Lo stile che si formò nell'impero romano d'Oriente (Bisanzio).

  • Borsa

    Nome moderno degli edifizi adibiti a operazioni commerciali e scambi di valori mobiliari. Il tipo architettonico utilizzato fino al XVI° XVII° secolo segue quello del mercato; si giunge alla definizione di un tipo specifico con le prime borse moderne, quali quelle di Amsterdam (1608) e di Londra (1666).

  • Bow window

    Avancorpo vetrato e coperto di pianta semicircolare, iniziante al livello del terreno. Se comincia più in alto del suolo si parla di balcone o veranda.

  • Bozza o Bugna

    Pietra rozza che sporge un po' fuori dalla linea principale.,

  • Brainstorming

    In pubblicità indica la riunione preliminare in cui si lanciano idee a ruota libera.

  • Briefing

    La somma delle informazioni che un'agenzia di pubblicità riceve dal cliente in merito al prodotto di cui deve ideare la campagna.

  • Bucranio

    Cranio di bue, ornamento speciale delle metope do-riche.

  • Bugnato

    Paramento a conci, detti "bugne", di solito a forma quadrangolare, che risalta sulla superficie del muro, conferendogli aspetto rustico.

  • Buona prassi (esempi di)

    Si considerano "esempi di buona prassi" quelli che evidenziano attività specifiche a favore delle "persone con disabilità", che possiedono caratteristiche innovative ed efficaci e che siano trasferibili ad altre situazioni e culture. Gli esempi di buona prassi seguono alcuni "principi" fondamentali: trasferire le conoscenze pratiche incoraggiandone l'effetto moltiplicatore; favorire l'integrazione sociale delle persone con disabilità e la vita indipendente; procedere verso l'obiettivo della massima autodeterminazione (autonomia). (F. Vescovo, 2002)

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?