Il tessuto storico della città ripensato e progettato secondo i paradigmi culturali della rigenerazione urbana sostenibile: sabato 27 agosto a Catania aprirà i battenti la quinta edizione dell’International Design Workshop Areté | Abitare lo spazio urbano, al Monastero dei Benedettini.

L’evento s’inserisce nelle attività della rassegna “Aetna Landscapes” organizzata dall’Ordine e dalla Fondazione etnei degli Architetti P.P.C. in collaborazione con InArch Sicilia, e con il contributo di associazioni territoriali di categoria e il patrocinio di Consiglio Nazionale Architetti, Fondazione Renzo Piano, Università e Comune di Catania.

Parteciperanno giovani professionisti, laureati, dottorandi e studenti delle facoltà di Architettura, Ingegneria e Design, delle Accademie di Belle Arti, delle Scuole di Specializzazione dei paesi dell’Unione Europea e di tutte le altre nazioni.

I partecipanti metteranno a punto, all’interno di gruppi di lavoro, proposte progettuali mirate a restituire una nuova configurazione del cuore del centro storico catanese. Le opportunità offerte dalla futura dismissione dei tre grandi complessi ospedalieri presenti nell’area a ovest delle mura di Carlo V, saranno il punto di partenza per la progettazione di nuovi spazi, al fine inoltre di mettere a sistema e valorizzare i beni archeologici e i siti Unesco che insistono nella zona dell’importante polo universitario del Monastero dei Benedettini.

"La nostra città – ha commentato il presidente dell’Ordine Giuseppe Scannella – si sta interrogando sui cambiamenti che l’attendono, e noi vogliamo dare le migliori risposte architettoniche. Con questo workshop miriamo a promuovere e divulgare i valori dell'architettura e del patrimonio contemporaneo, con l’intento di costruire una piattaforma di saperi per sviluppare un progetto di alto profilo sulla città, condiviso da tutti, istituzioni, cittadini, imprenditori e progettisti".

Paola Pennisi, presidente della Fondazione Architetti di Catania, ha dichiarato che "le proposte progettuali, elaborate sulla base delle indicazioni normative di riferimento, potranno essere recepite come linee guida per la programmazione degli interventi comunali".

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?