Il Consiglio comunale della città di Bari, nell'ultima seduta del mese di ottobre, ha adottato definitivamente il Piano di Azione per l'Energia Sostenibile della Città (P.A.E.S.) o Sustainable Energy Action Plan (S.E.A.P.). Continua così il percorso intrapreso dal Consiglio comunale verso la trasformazione della città in una Città sostenibile dal punto di vista ambientale ed energetico, in linea con la strategia comunitaria 20 20 20 .

Verso una citta sostenibileLa redazione del PAES deriva dall'adesione di Bari al Covenant of Majors o Patto dei Sindaci, iniziativa volontaria che prevede una pianificazione strategica con l'obiettivo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra attraverso politiche e misure locali che aumentino il ricorso alle fonti di energia rinnovabile e che migliorino l'efficienza energetica.

Il PAES del Comune di Bari prevede di raggiungere l'obiettivo ambizioso di riduzione del 36% delle emissioni rispetto alla baseline di riferimento, obiettivo che se da un lato richiede il coinvolgimento di tutti i cittadini con comportamenti virtuosi "energeticamente consapevoli", dall'altro prevede ricadute in termini di qualità della vita, tutela dell'ambiente e occupazione generata da "green economy", verso uno sviluppo urbano sostenibile della Città.

A seguito della fase di concertazione e condivisione con gli stakeholders e con i cittadini si è reso necessario provvedere ad una rivisitazione del PAES e quindi ad una nuova adozione in Consiglio in vista della partecipazione alle calls europee di "Smart Cities and Communities" o Città Intelligenti, per le quali Bari si è candidata con un suo progetto Bari Smart City.

Si tratta di città pionieristiche che intendono trasformare i propri edifici, le reti energetiche e i sistemi di trasporto in edifici, reti e sistemi del futuro, dimostrando i concetti e le strategie della transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio.

In tal modo si dovrà sperimentare e dimostrare se e come sia possibile superare gli attuali obiettivi che l'UE ha fissato per l'energia e il clima, vale a dire puntare, entro il 2020, ad una riduzione del 40% delle emissioni di gas serra attraverso una produzione, distribuzione e uso sostenibili dell'energia.

Il PAES potrà essere presentato all'Unione Europea e pubblicato sul sito del Covenant of Majors a testimonianza dell'impegno della Città.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?