Urbanpromo guarda al 2007Il traguardo dei 2 mila visitatori è ormai vicino. Urbanpromo, evento di marketing urbano e territoriale svoltosi a Venezia, a Palazzo Franchetti, dal 7 all'11 novembre, può già guardare alla prossima edizione.

Stefano Stanghellini, presidente di Urbit e ideatore dell'evento, ha accolto l'invito della città lagunare di rinnovare l'appuntamento col marketing urbano e territoriale nella città dei Dogi che, grazie ad Urbanpromo, può vantare un proprio palcoscenico fra le manifestazioni dedicate al mercato immobiliare.

Urbanpromo, con la terza edizione, ha rinsaldato il suo legame con Venezia, grazie al parternariato con la Biennale, che ha riconosciuto l'alto valore culturale della manifestazione, dichiarata evento collaterale della 10 Mostra di Architettura.

Nel 2007, anno in cui la Biennale di Architettura non avrà luogo, Urbanpromo auspica di poterne ospitare qualche emblematica iniziativa, a Palazzo Franchetti, dal 21 al 24 novembre 2007.

"Mi auguro - ha commentato Stefano Stanghellini - che la collaborazione avviata con la Biennale si sviluppi ulteriormente. Da parte nostra, c'è la consapevolezza che essa potrebbe assumere carattere strategico.
L'accentuazione della dimensione internazionale, a cui Urbanpromo aspirerebbe, richiede un salto di scala che solo la partnership con un organismo già introdotto in ambito internazionale e dotato di una struttura organizzativa permanente ci può garantire".

A rafforzare la speranza contribuisce il layout di Urbanpromo, che in sintonia con la Biennale di Burdett, ha declinato i temi della trasformazione urbana, proponendo un dialogo tra cultura urbanistica e architettonica, scienze economiche e politiche sociali, in una mixtè molto gradita al selezionato pubblico della manifestazione.

I numeri

I numeri danno ragione del favore riscontrato, non solo in termini di ingressi (1750: il 50% in più dello scorso anno), di presenze ai convegni (circa 2800) e di enti espositori (90), ma anche in relazione alla quota di progetti esposti (200), di relatori intervenuti (400) e di istituti di ricerca (12) e associazioni (14) presenti.

Un bilancio largamente positivo per questa manifestazione di nicchia, ben lontana dallo schema della fiera o del festival con migliaia di presenze, ma un evento unico, dal format originale, che coniuga la cultura accademica al real estate riunendo, a Palazzo Franchetti, luminari degli atenei italiani e stranieri, uomini dell'alta finanza ed operatori immobiliari, amministratori di enti locali e progettisti.
Unanime il giudizio: "Eccellente programma, eccellente organizzazione", che si è avvalsa di una nutrita schiera (45) di laureandi e dottorandi dello Iuav, disponibili con la loro sensibilità culturale ad assistere gli ospiti, lieti di essere accolti in un ambiente di straordinaria eleganza e confort, quale quello di Palazzo Franchetti.

Dati rassicuranti proiettano con successo Urbanpromo all'edizione del 2007:
• 52 convegni e seminari in 5 giorni;
• 19 fondazioni bancarie che hanno illustrato, per la prima volta assieme, i loro progetti per le città;
• 8 libri freschi di stampa presentati dagli autori e ampiamente commentati;
• 3 premi: "premio Inu" - assegnato alle migliori tesi di laurea magistrale e di dottorato delle facoltà di architettura e ingegneria italiane; "premio Urbanistica" e premio " Innova i centri storici minori", volto a far emergere la progettualità dei piccoli comuni, che attuano azioni virtuose di valorizzazione dei loro patrimoni;
• studi presentati al pubblico per la prima volta ad Urbanpromo da prestigiosi Istituti e Centri di ricerca tra cui
- Censis "Strategie per il territorio. Nuova cultura della programmazione o retorica del piano?" - Istituto Tagliacarne "Osservatorio sugli interventi di rivitalizzazione commerciale dei centri storici e delle aree urbane: primi risultati"
- Fondazione di Venezia "Le Fondazioni di origine bancaria per le città";
• 1 progetto di legge annunciato dal Sindaco di Salerno on.Vincenzo De Luca sulle Società di Trasformazione urbana.

Il Premio Urbanistica

La qualità delle proposte degli interventi, l'attenta e motivata partecipazione del pubblico, che ha animato i dibattiti ed espresso il proprio parere sui progetti in mostra, partecipando al concorso indetto dalla rivista "Urbanistica", hanno fatto della manifestazione un vero successo.

Il direttore di "Urbanistica" Paolo Avarello assieme al comitato scientifico della rivista ha ideato un "sondaggio" sul livello di gradimento dei progetti presenti a Venezia, nell'intento di fornire ad Urbanpromo le valutazioni del pubblico, da utilizzare come parametro di scelta dei progetti partecipanti all'edizione 2007.
I progetti vincitori saranno pubblicati nella rivista "Urbanistica", in una sezione speciale, mentre la cerimonia di premiazione avrà luogo in occasione dell'inaugurazione di Urbanpromo 2007.


Il Forum e il Sito Web

Le valutazioni di ciascuno, in merito alla manifestazione, saranno esprimibili attraverso il forum della manifestazione, che auspica di diventare il luogo di discussione privilegiato di tutti i partecipanti alla filiera delle trasformazioni urbane.

Il forum ed il sito resteranno il punto di contatto tra il comitato tecnico di Urbit ed il pubblico, per tutto il corso del 2007, fino ai giorni del prossimo evento.

Le valutazioni numeriche della manifestazione richiedono la registrazione delle presenze non fisiche:
oltre 5000 visite al sito di Urbanpromo, con un incremento del 40%, nei 5 giorni di manifestazione
• 51.600 il numero di link presenti sul web, a conclusione dell'evento, a fronte dei 20.000 del mese di ottobre.


Scenari Futuri
"Urbanpromo, evento promosso dall'Inu ed organizzato da Urbit - ha dichiarato Stefano Stanghellini - sarà ancora a Venezia per il 2007. Palazzo Franchetti, come sede dell'Istituto di Scienze Lettere ed Arti è il luogo ideale per discutere e dialogare sui temi della città e del territorio, che riguardano e coinvolgono tutti i saperi."

E' stata così esaudita l'esplicita richiesta da parte dell'Assessore alle politiche della residenza, alla casa e al patrimonio del Comune di Venezia Mara Rumiz, di mantenere Venezia come sede privilegiata di Urbanpromo: "Un volano per lo sviluppo del "Sistema Venezia".

Attorno all'edizione del 2006 si sono coagulate sinergie fra Enti ed Istituzioni finora mai realizzate. Insieme al Comune di Venezia hanno offerto una preziosa collaborazione per la felice riuscita della manifestazione la Provincia e la Camera di Commercio di Venezia, La Biennale e la Fondazione di Venezia".

"Venezia - ha concluso l'ass. Rumiz - augura ad Urbit e Inu di ritrovare le condizioni per proporre in futuro l'evento di punta della "famiglia Inu", ancora una volta nella città lagunare".

Mila Sichera
ufficiostampa@urbit.it
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?