La Giunta Comunale di Torino procede con l'iniziativa di realizzare il progetto definitivo di realizzazione dell’Energy Center.

Universita ed Energia l Energy Center di TorinoIl progetto, realizzato col supporto del Politecnico di Torino, è stato definito in un protocollo d’intesa tra Regione Piemonte e Comune di Torino previsto dal bando per il "finanziamento di interventi di riqualificazione di aree dismesse", nell’ambito del Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale.

Sarà realizzato nel programma di riqualificazione e riconversione dell’area ex Westinghouse di Torino, nei pressi della Cittadella politecnica, tra le vie Nino Bixio e Paolo Borsellino.
Sarà pronto tra due anni con un investimento di circa 19 milioni di euro, di cui 14 finanziati dalla Regione ricorrendo a fondi europei.

Secondo Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte, il progetto presentato dalla Città di Torino "rappresenta una struttura di eccellenza, non solo a livello regionale ma a livello europeo, nel campo energetico ambientale. Occupandosi di studio e ricerca applicata favorirà le sinergie tra i diversi attori pubblici e privati che operano nel settore della green economy".

Il modello di questo centro polifunzionale, unico in Italia, sarà quello già sperimentato nella vicina Cittadella politecnica: simbiosi tra didattica, ricerca e impresa, coabitazione tra uffici e laboratori, sinergia tra pubblico e privato in un polo interamente dedicato all'energia, gestito dall’Ateneo.

Nei 20.000 metri quadrati dell’area coinvolta (il primo lotto dei lavori che si dovrà concludere entro il 2014 riguarda 5.000 mq) si farà ricerca applicata, testaggio e dimostrazione di prototipi.
Entro il 2014 sarà infatti realizzata solo la prima parte del centro, su 5 mila metri quadrati, e spetterà poi ai privati completare gli spazi e stabilire qui i propri laboratori. L'invito è indirizzato in primo luogo alle imprese che già gravitano intorno alla Cittadella politecnica, ma l'ambizione è quella di attrarre nel nuovo laboratorio start up e nuove idee imprenditoriali.

Il progetto prevede spazi flessibili ed adattabili a diverse esigenze. Al piano interrato ci sarà una centrale termica ed elettrica in grado di soddisfare il fabbisogno dell’edificio, a piano terra un grande spazio destinato a laboratorio, aree per l’accoglienza ed una sala conferenze ed ai piani superiori grandi open space suddivisibili a seconda delle necessità e dedicati in parte ad uffici e in parte a sale per la formazione.
Sul tetto un locale all’aperto per testare materiali e componenti edilizi innovativi.
L’edificio sarà a consumo zero, poichè l’energia prodotta ogni anno dovrà compensare quella che sarà consumata.

Per il Sindaco di Torino, Piero Fassino, la realizzazione dell’Energy Center "rappresenta un ulteriore passo avanti nella direzione dello sviluppo sostenibilee dell’innovazione in campo energetico."

Arch. Maria Renova
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?