E' tempo di attivare nuovi Sistemi di gestione dell'energia per affrontare diversamente il tema dello sviluppo sostenibile nel settore immobiliare.

In questa situazione di grave crisi, diminuite le possibilità di acquisto anche grazie alle azioni disincentivanti delle banche, dovendo pensare ad IMU e aumento di tasse, i proprietari di immobili pensano necessariamente a immettere sul mercato appartamenti e locali.

Anche i contratti di locazione, quindi, possono essere elementi di scelta positiva. Come?
Proprio con le appendici contrattuali, che all'estero hanno già dimostrato la loro validità, idonee ad offrire notevoli benefici ad inquilini e proprietari insieme.

E' il cosiddetto leesing verde, un contratto di locazione (denominato verde) che prevede di migliorare l'economia di sistema dell'immobile da locare prevedendo la consultazione di un esperto, informazioni e sensibilizzazione sul tema sostenibilità e risparmi, lavori, oneri, obiettivi di performance da raggiungere, benefici in condivisione per tutti.

Così il proprietario e l'affittuario si impegnano ad attuare tutte le misure necessarie per migliorare l'immobile o il locale da un punto di vista ambientale, concentrandosi in particolare su:
- controllo energetico ed emissioni di gas a effetto serra, limitando la perdita di energia in connessione con gli impianti tecnici, riducendo il consumo di energia per riscaldamento, raffreddamento, illuminazione, acqua calda;
- maggior uilizzo della ventilazione naturale;
- limitazione del consumo di acqua potabile;
- gestione di acqua piovana;
- migliorare il comfort degli occupanti (temperatura, umidità, acustica, qualità degli ambienti).

Alessandra Agrimoni

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?