Il Mare non deve essere considerato un bene da violare, bensì da proteggere, valorizzare e vincolare a tutela dell’ambiente marino e costiero.
Questo il significato anche delle contrarietà espresse dai sindacati della Cisl contro l'operato del Ministero dello Sviluppo Economico.
E per fortuna che si chiama sviluppo economico, altrimenti cosa farebbe ancor di più negativo questo nostro ministero?

Persino l'Unione Europea potrebbe ritenere che sia una cattiva idea effettuare ricerche di petrolio al largo delle Isole Tremiti, secondo la concessione del Mise rilasciata il 22 dicembre 2015.

Ed ora anche il Presidente della Commissione Politiche UE della Camera dei Deputati, Michele Bordo, del PD, ha sottolineato la pericolosità rappresentata dai lavori di estrazione di petrolio in mare, per di più se di bassa qualità.
Per lui è opportuno che il governo revochi le autorizzazioni per la ricerca del petrolio in Adriatico rilasciate prima dell’approvazione della Legge di Stabilità.

"Personalmente - dice Michele Bordo sul suo sito personale - pur riconoscendo che l’autorizzazione (rilasciata il 22 dicembre. ndr) non prevede le trivellazioni, come affermato da più parti...ritengo che sia stata comunque un errore.
Ho sempre sostenuto la pericolosità potenziale dell’estrazione di petrolio, peraltro di bassa qualità, nell'Adriatico e la necessità di valorizzare, invece, le sue potenzialità ambientali e turistiche. L’ho fatto quando governava il centrodestra e non cambio idea adesso perché governiamo noi."

Anche le tre associazioni ambientaliste (WWF, Legambiente e Greenpeace Italia) ritengono che il Ministero dello Sviluppo Economico stia dettando la linea delle politiche energetiche nazionali spianando la strada ai colossi petroliferi e ignorando le esigenze degli altri settori. In una nota gli ambientalisti hanno usato toni durissimi chiedendo al Governo Renzi di intervenire per ristabilire un equilibrio istituzionale.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?