Grande interesse ha suscitato "Operae", una mostra-mercato interamente dedicata al design autoprodotto. Un vero e proprio marketplace diffuso che propone uno sguardo inedito sul mondo del design e che sollecita l’incontro diretto tra designer provenienti da tutto il mondo e pubblico, commercianti, distributori e giornalisti.

Un design autoprodottoDopo il successo del 2010, Operae si è riproposta con una seconda edizione ancora più ricca in cui sono state presentate le dinamiche di una creatività libera di esplorare e di offrire risalto alla ritrovata cultura della manualità e della sperimentazione sulla materia.

Tutto ciò fa dell’autoproduzione una corrente del design di grande attualità, che concilia la ricerca estetica e funzionale con una logica di sostenibilità: un ambito dai margini ancora indistinti e dai contenuti eterogenei, una mescolanza di Industrial Design, Arte e Artigianato.

Alla mostra, infatti, è stato possibile esporre e acquistare prodotti appartenenti alle diverse categorie merceologiche, frutto del lavoro di professionisti del design che gestiscono direttamente l’intera filiera produttiva (dalla definizione dell’idea alla realizzazione, fino alla comunicazione e distribuzione) e che fanno della ricerca continua e della piccola serie il loro punto di forza.

Integrata nell’identità progettuale e artistica di Torino (città del design), Operae si è svolta all’interno di un circuito di sedi, situate nel centro della città, con un palinsesto di workshop e incontri di riflessione.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?