Il famoso storico napoletano Giuseppe Galasso è morto, lunedì 12 febbraio, nella sua casa di Pozzuoli (Napoli), a 88 anni.

Decine sono le sue pubblicazioni, molte delle quali incentrate sulla storia del Mezzogiorno: tra i suoi libri più noti ‘L’Italia dimezzata’, ‘Mezzogiorno medievale e moderno’, ‘Prima lezione di storia modera‘, ‘Storia d’Europa’ per gli Editori Laterza.

Oltre ad avere insegnato nelle università di Salerno, Cagliari e Napoli, lo storico Galasso (1929-2018), era stato particolarmente un esperto meridionalista e quindi autore di numerosi saggi sulla storia dell’Italia meridionale, il Risorgimento, e Benedetto Croce.

Il 12 novembre scorso il professore Galasso aveva tenuto una delle sue ultime lezioni, organizzata in collaborazione con Editori Laterza, e il ricordo va senz’altro alla sua famosa frase: «Senza storia non esiste un noi, non esiste un io, non esiste la persona umana né tantomeno l’umanità».
Della storia, infatti, diceva che «è la struttura portante della coscienza europea e del suo poter proiettarsi verso il futuro».

Al grande intellettuale, che si è impegnato in prima linea per la difesa del patrimonio nazionale (è stato membro della Camera dei deputati per il Partito repubblicano dal 1983 al 1994), dobbiamo una legislazione sulla tutela del paesaggio, pensata e voluta per preservare tutto il territorio italiano, detta appunto “Legge Galasso”.

La legge Galasso del 1985, che ha introdotto a livello normativo una serie di tutele sui beni paesaggistici e ambientali, è stata poi integrata nel codice dei beni culturali e del paesaggio del 2004.
Quest’ultimo è il principale riferimento normativo italiano che attribuisce al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo il compito di tutelare, conservare e valorizzare il patrimonio culturale dell'Italia.
Il codice dei beni culturali e del paesaggio, infatti, invita alla stesura di piani paesaggistici meglio definiti come "piani urbanistici territoriali con specifica attenzione ai valori paesaggistici".

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?