Con oltre 140mila ettari di territorio protetto inserito in una vasta area che comprende le provincie di Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento e Udine, le Dolomiti sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2009.

Un vero e proprio tesoro dal punto di vista naturalistico e culturale, che ogni anno richiama un notevole volume di turisti: oltre 29 milioni di pernottamenti annuali secondo le stime più recenti.

Una delle sfide cruciali di questo territorio, tanto affascinante quanto difficile da proteggere, è dunque quella di gestire i flussi di visitatori in modo da tutelare le risorse naturali e l’esperienza ricreativa dei visitatori stessi. A tentare di dare una risposta al problema, molto attuale e dibattuto, è il progetto triennale di ricerca "AcceDo", che si pone l’obiettivo di studiare come intervenire sulle modalità con cui i visitatori accedono alle Dolomiti per regolare i flussi turistici e minimizzare così i loro effetti negativi sull’ambiente e sulla qualità dell’esperienza ricreativa.

"Nel riconoscere le Dolomiti quale Patrimonio dell’Umanità – spiega il responsabile del progetto Francesco Orsi del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica dell’Università di Trento – l’UNESCO ha specificato l’esigenza di strategie di gestione del turismo che garantiscano la protezione dell’ambiente e della qualità ricreativa, specialmente in quelle aree che già oggi ricevono i volumi maggiori di visitatori.
E proprio in occasione della conclusione del progetto triennale, prevista per il mese di giugno, il Dipartimento ha promosso una conferenza pubblica per presentare alcuni dei risultati del progetto e discuterne insieme ai rappresentanti di istituzioni come parchi naturali ed enti locali, e organizzazioni che si occupano di questi temi sul territorio dolomitico".

La conferenza si terrà venerdì prossimo, 23 maggio dalle 8.30 nella sala Conferenze del Dipartimento di Economia e Management (via Inama 5, Trento), sul tema della gestione dell'accesso turistico ai territori naturali.
I relatori presenteranno metodi e tecniche innovative per minimizzare l’impatto del turismo e forniranno una visione complessiva sulle strategie che potranno essere adottate in futuro per la protezione delle Dolomiti.

Info: www.unitn.it/evento/attraverso-dolomiti

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?