Il Ministero dei Beni Culturali ha previsto 1 milione di euro per 150 tirocini "formativi" dedicati ai giovani under 30 per preparare i nuovi addetti ai lavori nel settore dei beni e delle attività culturali.

Le emergenze sono tante: il grande progetto Pompei, la Reggia di Caserta, il recupero e il restauro del patrimonio storico-artistico nel centro storico de L’Aquila, i beni culturali nelle aree colpite dal sisma dell’Emilia Romagna, gli interventi urgenti e straordinari per gli archivi e le biblioteche nazionali.

A queste urgenze saranno destinati i 150 tirocinanti: 50 posti per il Grande progetto Pompei, 20 per la valorizzazione delle residenze borboniche a partire dalla Reggia di Caserta, 15 per le aree colpite dal sisma dell'Abruzzo ed il centro storico de L’Aquila, 15 per le aree colpite dal sisma dell’Emilia Romagna, 50 per gli archivi di stato e le biblioteche nazionali di Roma e Firenze.

Sono chiamati (selezionati in base a titoli e colloquio) i laureati in Archeologia, Architettura, Archivistica e biblioteconomia, Beni culturali, Economia e gestione dei beni culturali, Geologia, Ingegneria ambientale, Ingegneria civile, Ingegneria informatica, Scienza e tecnologia per i beni culturali, Scienze forestali e ambientali, Scienze della comunicazione, Storia dell’arte e Tecnologia per la conservazione e il restauro dei beni culturali.

Finalmente qualcosa si muove per realizzare progetti di tutela, fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale italiano.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?