L'assessore Michele Civita, responsabile di urbanistica, trasporti e rifiuti, così si è espresso nell'ultima riunione della Commissione regionale Ambiente, lavori pubblici, mobilità, politiche della casa e urbanistica: "Tre priorità per quanto riguarda l'urbanistica, entro un anno vogliamo approvare un testo unico che riordini, semplifichi e vada a innovare un settore nel quale abbiamo 72 leggi regionali differenti".

Tra le altre priorità - ha proseguito Civita - l'approvazione definitiva del Piano paesistico regionale e la revisione del Piano casa, "modificando quelle norme che hanno dato origine al contenzioso con il ministero per i Beni culturali".

Civita ha poi proseguito la relazione illustrando la "drammatica situazione debitoria per quanto riguarda i trasporti" e le strategie regionali per la gestione dell’emergenza rifiuti.
Finalmente ci sarà anche in tutto il Lazio, con uno stanziamento di 150 milioni per i prossimi tre anni, la raccolta differenziata porta a porta che permetterà la riduzione dei rifiuti e la creazione di un’industria del riuso e del riciclo.

Vari e differenziati i giudizi e i suggerimenti espressi sull’istituzione del testo unico dai componenti della commissione: "la strada è giusta" per Gianluca Quadrana (Lista Zingaretti), "impianto solido" a voce di Riccardo Valentini (Per il Lazio), "tutelare il territorio senza penalizzare lo sviluppo" per Fabio De Lillo (Pdl), "bene il testo unico sull'urbanistica, ma non basta, la Regione deve decentrare le competenze ai Comuni" per Giuseppe Simeone (Pdl).

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?