Dopo i gravissimi fatti degli ultimi giorni in Sardegna, dopo le morti di cittadini inermi, dopo il solito rimbalzo di responsabilità degli enti preposti, ritorna ancora, ma con tinte foschi, il tema dei finanziamenti pubblici per porre fine al dissesto dell'80% del territorio nazionale.

Mentre si contano i numerosi danni a Olbia e agli altri centri danneggiati (anche se il numero degli sfollati si sta ridimensionando) è fondamentale ora dedicare attenzione ai bisogni di coloro che risiedono nelle zone maggiormente colpite, che hanno vissuto e continuano a vivere la paura, le preoccupazioni e le incertezze che l’alluvione ha portato nelle loro comunità.

E contro i pochissimi fondi messi a disposizione dal Governo nella Legge di stabilità è intervenuta anche Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio - Urbanistica e Difesa del suolo della Regione Lombardia.

"Il bilancio regionale, per quanto riguarda la tutela idrogeologica del territorio, prevede, per il biennio 2014/2015, investimenti pari a quasi 38,9 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti i circa 16,7 milioni già erogati nei 6 mesi della Giunta Maroni e destinati a realizzare circa 50 interventi in tutte le nostre province".

Così Viviana Beccalossi, nell'esprimere piena solidarietà e vicinanza alle popolazioni sarde colpite dalla sciagura dei giorni scorsi, interviene nel dibattito relativo alle politiche di salvaguardia del territorio nazionale.

"E' evidente a tutti, anche considerando le cifre che ho appena ricordato - ha proseguito l'assessore - che i soli 30 milioni previsti dal Governo nella Legge di stabilità per la tutela del territorio nazionale sono a dir poco irrilevanti. Credo quindi che, su questa materia, sia necessario agire anche sul versante normativo".

Al riguardo l'assessore ha ricordato come Regione Lombardia stia lavorando concretamente a un aggiornamento della legge regionale in materia di urbanistica e territorio. La Giunta regionale sta inoltre per approvare un progetto di legge sul consumo di suolo, che cercherà di introdurre fattori correttivi per riequilibrare le esigenze economiche con quelle della sostenibilità ambientale e sociale.

Infine, sempre su queste tematiche, è in piena attuazione anche il Programma straordinario di difesa del suolo, firmato, negli anni scorsi, da Regione Lombardia e Ministero dell'Ambiente, che a fronte di 70 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero, ne stanzia 150 aggiuntivi dal bilancio regionale, per finanziare 160 interventi in Lombardia.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?