Su iniziativa dell'Arch. Stefano Boeri anche la Regione Friuli Venezia Giulia si mobilita, unitamente al Consorzio Innova FVG e alle imprese della Filiera Legno FVG, per far ripartire urgentemente attività e socialità ad Amatrice.

Un progetto dell'archistar (realizzato gratuitamente) prevede entro Natale la realizzazione di
uno spazio polifunzionale, che nasce come una grande mensa per far mangiare i bambini delle scuole, che può diventare un luogo di aggregazione per la comunità (eventi di solidarietà, piazza di incontri, cinema, ecc.).

Già al lavoro senza sosta, per realizzare la struttura, i friulani della "Filiera del legno": dal taglio degli alberi senza lasciare danni ai boschi, alla costruzione di pannelli, al montaggio in loco.

Tutto questo perché il legno è flessibile, economico e soprattutto antisismico, proprio adatto per i luoghi a rischio di alta sismicità.
E per l'arch. Boeri sarebbe bello che di questa esperienza si facesse tesoro, e anche ad Amatrice nascesse un distretto del legno: "risorsa economica e incentivo al rispetto della natura".
"I boschi sono la risorsa su cui puntare,- continua Boeri - non solo per restituire le case ma anche per immaginare una nuova filiera produttiva. Proprio come in Friuli".

Ma l'architetto Boeri esplicita ancora meglio: "In queste zone bisogna cambiare filosofia nella costruzione delle case. C’è un dato che unisce gran parte dei territori italiani più esposti al rischio sismico: sono territori in gran parte sulla dorsale appenninica con grande ricchezza di boschi. Attorno ad Amatrice ad esempio ci sono boschi ricchissimi di querce, faggi e castagne: il legno può essere l’elemento base per una ricostruzione. Ed è anche veloce, specie nei casi di montaggio di prefabbricati. Oltretutto è materiale in loco, il che comporta un altro vantaggio."

La nuova realizzazione nascerà (costando solo i materiali) grazie alla prima destinazione di fondi raccolti dalla piattaforma “Un Aiuto Subito”, iniziativa promossa da Corriere della Sera e TG La7, insieme a TIM e Starteed.
Al progetto contribuirà anche la Filiera del Legno FVG, consorzio delle aziende del Friuli Venezia Giulia specializzate nella produzione e realizzazione di architetture e strutture complesse in legno.

Eleonora Tamari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?