"Decenni di irresponsabilità e malaffare hanno intossicato il nostro paesaggio e consumato risorse vitali. Ora abbiamo un mondo da bonificare e ripensare insieme: non resta che rimboccarci le maniche e lavorare, cambiando definitivamente il nostro punto di vista sull'architettura e sul territorio."

Molto significativo ciò che si legge in quarta di copertina: è questa (praticamente) la speranza che offre, a una società che voglia riconquistare gli spazi urbani, il nuovo fumetto di Raul Pantaleo, Marta Gerardi e Luca Molinari (pubblicato da BeccoGiallo).

Il fumetto sul consumo di territorio è opera dell’architetto Raul Pantaleo (co-fondatore dello Studio Tamassociati, specializzato in architettura sostenibile e in progetti sociali e umanitari) insieme all’illustratrice Marta Gerardi e a Luca Molinari (storico e curatore d’architettura), realizzato con l'obiettivo di "far capire che il terreno è un bene comune, che riguarda tutti, e va rispettato”.

“Terre perse. Viaggio nell’Italia del dissesto e della speranza“, è apparso nelle librerie da giovedì 19 marzo 2015 e già suscita molto interesse.

"Questo libro – si legge, infatti, nella sinossi – indaga il complesso mondo della speculazione edilizia italiana, lo scempio del nostro territorio, ma non solo. La protagonista Beni s’incammina con sguardo disincantato attraversando periferie mal pianificate fatte di orribili condomini, campagne sventrate da casette e capannoni, scandalizzandosi per l’offesa (troppo taciuta per interesse di molti) del condono edilizio e di quello che continua a generare."

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?