Tamara de LempickaL’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano promuove la grande retrospettiva di Tamara de Lempicka (Varsavia 1898 – Cuernavaca 1980) allestita nelle sale di Palazzo Reale, dal 5 ottobre 2006 al 14 gennaio 2007.

La mostra, a cura di Gioia Mori, con produzione e organizzazione di Palazzo Reale e di Arthemisia, celebra l’artista polacca che giunge a Milano dopo aver conquistato Londra, Vienna e Parigi con le mostre a lei dedicate tra il 2004 e il 2006.

Un’iniziativa che assume un particolare significato perché rappresenta il ritorno di questa grande artista nel capoluogo lombardo a distanza di ottant’anni. Fu infatti nel 1925 che presso la galleria del conte Emanuele Castelbarco, Bottega di Poesia, che era situata in via Montenapoleone 14, fu presentata al pubblico milanese la prima mostra personale di Tamara de Lempicka.

L’artista
Pittrice cosmopolita e icona dell’Art Déco, Tamara de Lempicka ha creato immagini che sono diventate il simbolo di un’epoca, "i folli" anni Venti e Trenta di cui diventa la più brillante interprete, introducendo nei suoi dipinti i simboli della modernità e rappresentando la donna emancipata, libera, indipendente e trasgressiva. Considerando la vita come un’opera d’arte e sostenuta da una volontà ferrea di affermazione, Tamara coltiva il suo talento artistico, ma anche costruisce con cura la propria immagine di donna elegante e sofisticata, divenendo presto la protagonista stravagante della mondanità europea.

per info: comune di milano
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?