“TAKING CARE, Progettare per il bene comune / designing for the common good” è il titolo del Padiglione Italia della Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia 2016.

Già il titolo definisce un’architettura come servizio alla comunità, cura degli individui, degli spazi, dei luoghi, dei principi e delle risorse. Per un’architettura che faccia la differenza, secondo il proposito di TAMassociati, il team di architetti che ha realizzato il progetto di questa edizione del Padiglione, composto da Massimo Lepore, Raul Pantaleo, Simone Sfriso.

A presentarlo, sono stati il Ministro Dario Franceschini, Federica Galloni (a capo della Direzione generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane) e il Presidente della Biennale Paolo Baratta.

Un’architettura partecipata e intelligente, in grado di scardinare gli status quo e di immaginare un futuro migliore.
Un progetto proposto alla Biennale Architettura 2016 con l’intenzione di radicarsi e riprodursi al di fuori di essa, per generare una nuova consapevolezza civica.
Un’architettura al servizio del bene comune sociale, baluardo contro le frontiere create da marginalità ed esclusione.

“Le periferie sono la vera sfida del XXI secolo, luoghi in cui vive, lavora e sogna la grande maggioranza degli abitanti delle nostre città. Organizzare questi spazi, connetterli ai grandi flussi metropolitani rispettandone le identità, restituire loro bellezza e armonia è il grande ruolo che gioca l’architettura in questo contesto” ha dichiarato Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il tema della 15a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia - scelto dal Direttore artistico Alejandro Aravena - indaga la necessità di coniugare l’architettura con la qualità della vita delle persone. Questo è avvalorato da Paolo Baratta, Presidente della Biennale di Venezia, che dice: “Abbiamo temuto che l’architettura rischiasse di non avere altre alternative, oltre a quella della realizzazione di interventi spettacolari o di bricolage. Questa Biennale vuol dirci che l’architettura è partecipe di una grande finalità: dar forma allo spazio comune.”

Padiglione Italia, Biennale Architettura 2016, 28 maggio - 27 novembre 2016, Tese delle Vergini, Arsenale - Venezia

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?