Nel cuore di un inverno tra i più freddi degli ultimi decenni, aprirà i battenti -tra pochi giorni- Progetto Fuoco, Mostra internazionale di impianti ed attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna.
Se neve e ghiaccio la fanno da padroni in mezza Europa, anche l'Italia è succube di sbalzi metereologici da primato.
E a Verona si svolgerà (dal 22 al 26 febbraio) la fiera del “fuoco pulito” di stufe, camini e caminetti confermando la validità dell’utilizzo del legno e dei suoi derivati con le biomasse protagoniste nel campo delle energie rinnovabili.

Stufe e caminetti di designCamini e stufe sono tornati di grande attualità.
Ai motivi d’ordine economico ed ecologico, argomenti forti per spingere le vendite, occorre aggiungere la componente emozionale che favorisce il trend di acquisti per questi apparecchi che portano colore, calore e suggestioni dentro casa e con i quali è possibile caratterizzare in modo unico qualsiasi tipo di residenza. Senza contare che un fuoco acceso fa bene al comfort, aiuta a rilassarsi facendo sparire lo stress accumulato.

In fiera a Verona sarà in mostra il fuoco imprigionato in forme e materiali inusuali che interpretano linee pure, forme geometriche ardite in cui il design, spesso firmato da progettisti di fama, definisce lo stile di macchine high-tech, funzionali, facili da usare ed energeticamente efficienti.
Ma insistono ancora, ricche di un fascino che rimanda ad altri tempi, le soluzioni che vivono una chiave estetica più legata alla tradizione oltre a un’ampia gamma di proposte sviluppate in progetti architettonici pensati per soddisfare le esigenze di una platea più vasta. Infatti, il successo di Progetto Fuoco certifica di fatto un passaggio epocale: ormai stufe e camini non sono più appannaggio di una élite, ma si stanno sempre più affermando come soluzioni di uso comune, alla portata di tutti, facilmente inseribili  in una dimensione degli spazi più articolata, apparecchi che come nessun altro sono in grado di animare la vita domestica nel quotidiano.

La forte e innovativa componente tecnologica spinge le macchine da fuoco a essere protagoniste in qualsiasi contesto, abitativo e non, in quanto affidabili, funzionali, in grado di assolvere più operazioni, dal riscaldamento degli ambienti alla produzione di acqua calda. Per questo le aziende del settore si sono impegnate in un’incessante attività di sviluppo dei prodotti in chiave estetica e prestazionale raggiungendo risultati che rappresentano un nuovo punto di partenza per la progettazione degli impianti sia nelle nuove costruzioni sia nelle ristrutturazioni, anche in contesti urbani.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?