Storie da un eruzioneLa mostra Storie da un'eruzione. Pompei, Ercolano, Oplontis, dopo le prime due tappe a Napoli e a Bruxelles, giunge alla sua terza edizione presso le Scuderie del Castello di Miramare di Trieste (fino al 31.10.2004).

Per la prima volta una mostra su Pompei rivela un reportage insolito degli eventi drammatici dell'eruzione del 79 d.C. Grazie all'audace allestimento i documenti archeologici - tra cui molti inediti - insieme ai calchi delle figure umane, raccontano le loro storie.

I calchi umani, gli affreschi, le sculture, i preziosi monili, accanto agli oggetti di uso comune e una eccezionale cassaforte in bronzo e ferro consentono di cogliere anche gli aspetti individuali, spesso toccanti nella loro immediata umanità, all'interno di un dramma collettivo.

Si tratta di un orientamento inedito dell'archeologia, reso possibile proprio grazie alla ricchezza e alla varietà dei reperti dell'area vesuviana, e alla straordinaria conservazione dei corpi degli abitanti sorpresi dall'eruzione.

Anche in questo caso, impressionante è la perfetta corrispondenza dei reperti archeologici con le parole di Plinio, che, ricordando la fine dello zio, soffocato dalle esalazioni del vulcano, ricorda che "il suo corpo fu trovato intatto e illeso, coperto dei panni che aveva indosso: l'aspetto più simile a un uomo che dorme, che non a un morto".

La mostra è stata ideata dalla Soprintendenza Archeologica di Pompei congiuntamente alla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli e Caserta e coprodotta con la Regione Campania, promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dalla Provincia di Trieste, dal Comune di Trieste e dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio e per il Patrimonio Storico, Artistico e Demoetnoantropologico del Friuli Venezia Giulia.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?