Il Museo del QUAM, Qatar Underwater Archaeological Museum, il più grande del suo genere in tutto il mondo che si estende oltre 3,5 milioni di metri quadrati, sarà realizzato con le eccellenze dell'ingegneria e architettura "made in Italy".

Mercoledì scorso, a Roma, è stato presentato dallo studio Schiattarella Associati, che si occupa insieme a PRAS Tecnica Edilizia srl. dell'urban design e del progetto architettonico, il concept del museo del mare (archeologico e subaqueo) che sarà costruito a a Lusail City, a nord di Doha in Qatar.

Il progetto, unico nel suo genere, è stato introdotto dall'emiro del Qatar, Sheikh Tamim bin Hamad Al - Thani, e dal sottosegretario agli Affari esteri Benedetto Della Vedova, con l'anticipazione della presentazione ufficiale che sarà effettuato alle autorità qatarine il 15 aprile a Doha.

Il museo sarà realizzato con diverse sezioni dedicate alla biologia marina, oceanografia, storia (delle battaglie in mare, della navigazione, delle rotte commerciali e dei naufragi), pesca, cinema, arte, letteratura e sport, su una superficie espositiva di 500mila metri quadrati, e insistente su un'area di 3,5 milioni di metri quadrati.
In un bacino artificiale di circa 1 km di perimetro verranno ricostruiti velieri, sommergibili e navi militari, immersi fino a 30 metri di profondità.
Tra l'altro sono anche previsti uno stadio per sport acquatici e un ampio sviluppo residenziale, alberghiero e ricettivo contornato da un campo da golf.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?