Si è chiusa l’edizione 2014 di Solarexpo-The Innovation Cloud a Fiera Milano con il dato di migliaia di visitatori professionali in tre giornate di manifestazione.

A conferma della crescente domanda di aggiornamento professionale, indispensabile nell'era post-incentivi, i 50 convegni ed eventi speciali hanno registrato 6.000 presenze e l’intervento di 400 relatori.

"La significativa affluenza di visitatori, per di più quest’anno particolarmente profilati dal punto di vista professionale - afferma Luca Zingale, direttore scientifico dell'evento - è un chiaro segnale della fiducia che il mercato interno stia ripartendo.
In parallelo, le aziende dovranno mantenere un forte orientamento verso l'estero, dove la domanda di energia verde è in crescita esponenziale.
Viene riconosciuta la tendenza del mercato verso l'integrazione di tutte le tecnologie energetiche innovative."

Nicola Cosciani, amministratore delegato di Fiamm Industrial Batteries, ha dichiarato: "In una fase di ridimensionamento del solare dopo la fine degli incentivi abbiamo notato che c’è un settore ancora vivo e dinamico che intende rilanciarsi anche integrando nei sistemi a fonti rinnovabili i sistemi di accumulo, per accrescere l’autoconsumo."

"Il passaggio da un modello di business basato sugli incentivi a uno imperniato sull’autoconsumo dell’elettricità verde autoprodotta richiede un cambio di mentalità. In questo l’Italia è di fatto un paese pioniere. Ma è la qualità del pubblico di questi tre giorni a Solarexpo che ci dà la garanzia di un buon sviluppo futuro del fotovoltaico in Italia", hanno dichiarato Alvaro Garcia-Maltras e Sandra Valverde della major cinese Trina.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?