A Genova è stato firmato il contratto per la demolizione dei tronconi del vecchio ponte Morandi crollato e per la realizzazione del nuovo viadotto.

Il commissario straordinario per la ricostruzione e sindaco del capoluogo ligure, Marco Bucci, ha annunciato che si procederà velocemente e che la ricostruzione dovrebbe essere completata entro l'aprile del 2020.

"Oggi è un bel giorno per Genova - ha dichiarato - perché firmiamo il contratto unico per la demolizione e la ricostruzione del ponte. “Demolitori e costruttori lo firmano insieme ma mantengono ciascuno le proprie responsabilità”.
“Vogliamo dare un segnale al mondo: in Italia le cose belle si fanno bene a costi giusti e in tempi brevi".

L'architetto che ha ideato in origine il progetto poi ripreso dai vincitori della gara, il consorzio Salini-Impregilo e Fincantieri, l'archistar genovese e supervisore Renzo Piano, ha sottolineato che dovrà essere realizzato "un ponte durevole, che stia in piedi mille anni: Bello, solido, semplice”.

“Non possiamo dimenticare che è una tragedia che ci porta qua, ha detto Renzo Piano, i ponti non devono e non possono crollare. “Oggi si firma un documento, ma si è già iniziato a lavorare da qualche tempo, con una collaborazione costruttiva, sono molto contento perché c'è un bel team, si tratta di edificare, una bellissima parola".

L'archistar ha aggiunto che si tratterà di "un ponte semplice ma non banale, e solido, perché la Valpolcevera è una valle preziosa, solare anche se ventosa, e amata da chi la abita".

Fonte: ItaliaOggi

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?