Il D.Lgs 81/2008 e sue modificazioni e integrazioni ha stabilito vari obblighi da parte del datore di lavoro riguardo alla manutenzione e conservazione dei macchinari in condizioni di efficienza ai fini della sicurezza. Al comma 8 dell'art. 71 si afferma che gli interventi di controllo sono volti ad assicurare il buono stato di conservazione e l'efficienza a fini di sicurezza delle attrezzature di lavoro e devono essere effettuati da persona competente.

Le metodologie di controllo del personale competente precedentemente facevano riferimento nelle procedure indicate nella UNI ISO 9927-1:2013 "Apparecchi di sollevamento. Ispezioni. Generalità", ritirata senza sostituzione.

La norma di riferimento è ora la UNI ISO 23813:2011 "Apparecchi di sollevamento - Formazione di persona designata" norma generale che definisce la "Persona designata" e la sua formazione "Attitudini e conoscenze richieste".
Nell'Appendice A della norma UNI ISO 23813:2011 è riportata una lista di controllo per una corretta procedura di controllo, verifica ed esecuzione di operazioni di sollevamento da parte della “persona designata”.

Nella UNI ISO 23814:2012 "Apparecchi di sollevamento - Requisiti relativi alle competenze per ispettori di gru", si esplicitano le competenze richieste per le persone che effettuano gli interventi tecnici di controllo periodico e straordinario, ovvero dopo interventi di modifica o riparazione sostanziale di meccanismi o parti strutturali di una gru (tali competenze nulla hanno a che vedere con le specifiche qualifiche previste per gli ispettori degli Organismi Terzi incaricati delle ispezioni di cui al comma 11 dell'art 71 del D.Lgs 81/2008 e per i quali qualifiche e competenze sono state stabilite dal legislatore nazionale nel DM 12 aprile 2011 del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali).

L'obiettivo della UNI ISO 23814 è quello di ottenere livelli di competenza uniformi in campo internazionale per gli interventi ispettivi sulle gru.
L'Appendice A raccomanda la specializzazione dell'incaricato dei controlli per varie categorie di gru (gru mobili, gru a torre, gru a ponte ecc.); l'Appendice B fornisce indicazioni circa i criteri di conoscenza per le varie parti della gru da ispezionare.

Fonte: Certifico S.r.l.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?