E' stato pubblicato sul Bur Regione Piemonte del 26 maggio 2016 n.21 il decreto del 23 maggio 2016 Regolamento regionale recante Norme in materia di sicurezza per l’esecuzione dei lavori in copertura (Articolo 15, legge regionale 14 luglio 2009 n. 20).

Il nuovo regolamento regionale, fatti salvi tutti gli obblighi previsti dalla normativa nazionale sulla salute e
la sicurezza sul lavoro, disciplina, per gli interventi in copertura, le specifiche misure di sicurezza nonché le misure preventive e protettive da predisporsi al fine di consentire, nella successiva fase di manutenzione della copertura stessa o di eventuali impianti tecnologici su di essa insistenti, l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza.

Il regolamento definisce i requisiti tecnici operativi per le specifiche misure di sicurezza da adottare e la relativa documentazione da allegare al progetto, nonché le attestazioni in sede di dichiarazione di ultimazione lavori o di corretta installazione a garanzia dell'idoneità dell'opera da attuarsi contestualmente agli interventi di nuova costruzione e agli interventi strutturali sulla copertura di edifici esistenti.

Il presente regolamento prevede, altresì, misure preventive e protettive da attuarsi contestualmente agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria non strutturale che riguardano la stessa o gli impianti tecnologici esistenti, nonché interventi di installazione di impianti solari termici o impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Ambiti di applicazione

Gli ambiti di applicazione (art.3) del regolamento sono la progettazione e la realizzazione di interventi sia privati che pubblici che interessino “coperture con falda inclinata o piana e con altezza della linea di gronda superiore a 3 metri rispetto ad un suolo naturale o artificiale sottostante almeno per la porzione di copertura interessata”.

Tra gli interventi vanno considerati:
a) nuova costruzione (DPR n. 380/2001),
b) manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia;
c) manutenzione ordinaria di riparazione, rinnovamento e sostituzione di manufatti che riguardano la copertura stessa;
d) installazione di impianti solari termici o impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili;
e) varianti in corso d’opera relative agli interventi interessanti parti strutturali della copertura stessa.

In Allegato al Regolamento sono riportati i moduli per la Relazione tecnica, l’Elaborato tecnico copertura, la Dichiarazione di conformità, il Registro di spedizione e manutenzione.

L'entrata in vigore del provvedimento è il 25 luglio 2016.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?