La Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, Regioni e Province Autonome, ha approvato il documento "Le Fibre Artificiali Vetrose (FAV): Linee guida per l’applicazione della normativa inerente ai rischi di esposizioni e le misure di prevenzione per la tutela della salute".

Con il termine FAV (fibre artificiali vetrose) si intende classificare una serie di prodotti e materiali costituiti da fibre che includono una larga varietà di prodotti inorganici fibrosi ottenuti sinteticamente, come le lane di vetro, di scoria e di roccia (utilizzate per l’isolamento termico, acustico e la protezione incendio) o le Fibre Ceramiche Refrattarie, fibre di silicato d'alluminio appartenenti alle fibre artificiali inorganiche.

Le Fibre Artificiali Vetrose, quindi, individuano un vasto sottogruppo di fibre inorganiche che, con la messa al bando dell'amianto, hanno assunto una grande rilevanza commerciale – nei settori dell'edilizia, del tessile e dei prodotti plastici - in relazione alle loro caratteristiche di isolamento termico e acustico.
Infatti, proprio per le ottime caratteristiche di isolamento, e quindi molto utili per assicurare importanti risparmi energetici, la diffusione e l'utilizzo di queste fibre è molto diffuso.

Le nuove Linee Guida consento così una corretta valutazione e consapevolezza dei rischi da parte di tutti i soggetti interessati (compresi gli utilizzatori finali, sia negli ambienti di lavoro che di vita), soffermandosi ampiamente sugli effetti sulla salute, specialmente in relazione alla capacità delle Fibre Artificiali Vetrose di “penetrare nell'organismo attraverso le vie respiratorie”.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?