Nell’ambito del sistema di tutela della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro, il Medico Competente (MC) riveste un ruolo di primaria importanza.
Lo svolgimento della sua attività professionale comporta necessariamente un’interazione costante con i diversi attori della prevenzione.

Il Dipartimento di Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro ed Ambientale dell'INAIL ha pubblicato uno specifico focus dedicato alla "Analisi della percezione dei bisogni e delle criticità applicative dei compiti del Medico Competente ed interazione con il sistema di prevenzione nei luoghi di lavoro".

La ricerca (durata tre anni) ha portato a un'analisi dell’attività del Medico Competente, comprese le interazioni con le figure della prevenzione aziendale, con gli Organi di Vigilanza e con il Sistema Sanitario Nazionale nonché l’individuazione dei bisogni formativi, che rappresentano uno strumento valido e attuale per acquisire informazioni utili al miglioramento della qualità e dell’efficacia degli interventi finalizzati alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

L’analisi ha confermato che gli obblighi del Medico Competente, sanciti dall’art.25 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., sono indispensabili al fine di un corretto svolgimento della sua attività, ma che diventano imprescindibili quale contributo per la cooperazione con le altre figure del sistema prevenzionistico.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?