Per gli architetti e gli ingegneri iscritti ad Inarcassa entreranno in vigore dal primo gennaio 2015, approvate dai ministeri vigilanti, le nuove norme sui Riscatti e le Ricongiunzioni, che faranno capo – in un’ottica di semplificazione - ad un unico Regolamento.

La Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza (Inarcassa) ha pubblicato sul proprio sito il "Regolamento riscatti e ricongiunzioni" che sarà in vigore dal prossimo anno ma, contestualmente, ha avvisato gli iscritti che il dettaglio delle modifiche saranno aggiornate in prossimità dell’entrata in vigore delle nuove norme.

Intanto le modifiche sono così sintetizzate e riguardano:
- la definizione della disciplina del riscatto degli anni con contribuzione minima in deroga (art. 4.3 RGP 2012);
- l’estensione dei soggetti ammessi al riscatto (eliminata l’anzianità di iscrizione minima di 5 anni e prevista possibilità di un beneficio proporzionale a quanto versato per i superstiti e per i pensionati di invalidità o inabilità);
- la facoltà di calcolare l’onere con il metodo contributivo anche per i periodi anteriori al 2013 per il riscatto (onere inferiore) e per la ricongiunzione (gratuita) con l’imputazione dei periodi assicurativi sulla quota contributiva della pensione.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?