È stata presentata in conferenza stampa a Palazzo di Città del Comune di Bari l’Agenzia per la casa, lo strumento istituito ufficialmente dalla giunta comunale il 30 dicembre scorso per coordinare le politiche dell’abitare sul territorio cittadino.

L'obiettivo di mandato sarà un piano straordinario contro il disagio abitativo da realizzarsi con la collaborazione di tutte le forze istituzionali, sociali ed economiche del territorio.

"Creare gli strumenti per mettere tutte le persone nelle condizioni di attivarsi e migliorare la propria condizione - ha dichiarato Antonio Decaro, sindaco di Bari. L’Agenzia per la Casa, infatti, intende mettere a sistema tutte quelle attività che il Comune e i diversi soggetti pubblici e privati impegnati sul fronte delle politiche abitative già portano avanti per contrastare il fenomeno dell’emergenza abitativa che, a causa di un peggioramento complessivo delle condizioni socio-economiche della popolazione negli ultimi anni, si è fortemente accentuata.
...L’Agenzia per la Casa, che è stata inserita anche tra le priorità nazionali finanziate del PON Metro, sarà utile a diversificare l’intervento pubblico sulle politiche dell’abitare, portando sì avanti la realizzazione di nuovi alloggi popolari (663 nei prossimi anni) e i contributi a sostegno della locazione, ma anche sperimentando nuove forme di housing sociale con il coinvolgimento dei soggetti privati per la definizione di un piano di affitti a canoni calmierati".

Le funzioni dell’agenzia

- Favorire l'incontro di domanda/offerta di alloggi a canone concordato.
- Individuare e fornire strumenti a garanzia e tutela del pagamento del canone di locazione.
- Orientamento ed accompagnamento dei potenziali conduttori.
- Svolgere un ruolo di mediazione tra le parti sociali, monitorando il mercato immobiliare.
- Definire e gestire misure per il contrasto agli sfratti per morosità incolpevole.
- Coinvolgimento degli Istituti di Credito per agevolare l’accesso al credito per la prima casa.
- Redigere e coordinare il piano straordinario per l'abitare che racchiuda tutte le misure in favore del social housing.
- Incrementare lo sportello per l'emergenza abitativa, che monitori e contrasti le occupazioni illegittime di ERP e gestisca i contributi alloggiativi in modo coordinato con le altre azioni di welfare urbano.
- Gestione di bandi e misure connesse all’emergenza abitativa.

Fonte: Comune di Bari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?