Tecnostudio arch. Danilo Turato, Arianna Gobbo

Nicolli ha progettato e posato i rivestimenti dello stabilimento produttivo di App-Tech, azienda italiana che produce ruote forgiate di qualità superiore per prestigiose case automobilistiche internazionali.
Grande corpo di fabbrica asimmetrico trattato con due diversi rivestimenti, questa architettura sfrutta il contrasto estetico tra vetro e lamiera stirata ottenendo un particolare dualismo. Alla leggerezza del blocco di vetro, si contrappone, infatti, la metallica trasparenza della lamiera stirata che vela i serramenti del lato lungo.
La facciata in lastre di vetro è stata posata con un innovativo sistema di sottostruttura e fissaggio a scomparsa della Fischer, così come invisibili e pensati per un’agevole manutenzione, sono anche i giunti dei frangisole verticali che scandiscono il prospetto.
L’insieme è poi integrato dalla copertura controsoffittata in doghe d’acciaio, unite da un nuovo sistema di giunzione, che protegge il tutto coronandolo superiormente ed è rifinito dalla pensilina d’ingresso, progettata a sua volta come una microarchitettura.

Per questo progetto, l’architetto Arianna Gobbo di Tecnostudio ha ricevuto la Menzione d’Onore della sezione provinciale del Premio Internazionale Barbara Capocchin 2011

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?