Il Premio Architettura Toscana (PAT) torna per il secondo anno, puntando a diventare un appuntamento fisso per promuovere e monitorare la trasformazione del territorio toscano, evidenziandone punti di forza e criticità.

Il Premio intende stimolare la riflessione intorno all’architettura contemporanea, in quanto elemento determinante della trasformazione del territorio e in quanto costruttrice di qualità ambientale e civile. Il Premio intende promuovere pubblicamente la qualità dell’architettura attraverso la valorizzazione dei suoi attori principali —progettista, committenza e impresa— poiché la qualità di un’architettura deve essere fortemente voluta da tutti i suoi attori altrimenti difficilmente potrà essere conseguita. Il Premio intende promuovere l’architettura come arte sociale, a cui tutta la società partecipa e nella quale si rappresenta progettando le proprie città e il proprio territorio. È quindi necessario sensibilizzare i diversi attori del processo di trasformazione del territorio e premiare chi, attraverso la cultura del progetto, promuove una qualità di vita migliore anche nei singoli aspetti del quotidiano.

La seconda edizione è organizzata da Consiglio regionale della Toscana, Ordine degli Architetti PPC di Firenze, Federazione degli Architetti della Toscana, Ordine degli Architetti PPC di Pisa, Fondazione Architetti Firenze e Ance Toscana, con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Architetti e aprirà le iscrizioni il prossimo lunedì 3 dicembre, fino a venerdì 8 febbraio 2019.

L'edizione di esordio ha visto la partecipazione di oltre 140 progetti con cinque opere vincitrici in altrettante categorie e altri 15 progetti menzionati o selezionati per la mostra itinerante, inaugurata alla Palazzina Reale di Firenze e poi esposta in altre città della regione, Siena, Pistoia, Piombino, Pisa, Pontremoli, Lucca, Arezzo e Prato, dove si è conclusa al Centro Pecci.

Le opere selezionate hanno messo in evidenza il ruolo sociale dell'architettura, evidenziando come una progettazione intelligente possa farsi promotrice della rigenerazione urbana e territoriale. I temi principali affrontati con successo nella prima edizione ed evidenziati dalle opere vincitrici sono stati il rapporto con l'antico e la capacità di confrontarsi con il patrimonio artistico e architettonico storico esistente; la tutela del paesaggio e l'integrazione con esso nella realizzazione di edifici produttivi; la riqualificazione di spazi pubblici degradati o abbandonati attraverso opere a basso budget.

I partecipanti dovranno consegnare il materiale esclusivamente in formato digitale sul sito del Premio di architettura PAT (www.premio-architettura-toscana.it) nell’apposita pagina dedicata all’iscrizione e alla consegna del materiale. La consegna dovrà essere effettuata tramite il modulo on-line dalle ore 12.00 di lunedì 3 dicembre 2018 alle ore 24.00 di venerdì 8 febbraio 2019. La compilazione del modulo on-line e l’invio del materiale equivalgono all’iscrizione al Premio.

I premi

Il Premio si articola nelle seguenti categorie:
• opera prima;
• opera di nuova costruzione;
• opera di restauro o recupero;
• opera di allestimento o di interni;
• opera su spazi pubblici, paesaggio e rigenerazione.

Per ciascuna categoria è premiata un'unica opera con un premio (consistente in una targa) che viene congiuntamente conferito al progettista, alla commitenza e all'impresa realizzatrice dell'opera.
All'opera vincitrice nella categoria opera prima sarà assegnato un riconoscimento aggiuntivo in denaro (€ 5.000,00 al lordo di eventuali oneri).

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?