"Condoglianze all'Italia da Genova a Bagnoli. Nonostante gli altisonanti e sbandierati annunci del Governo di voler finalmente trasformare il nostro Paese all'insegna della trasparenza e della legalità, nulla cambia, e chi ha più soldi ha più potere".

Così Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti (CNAPPC) in merito alla ripresentazione in Commissione Ambiente della Camera dell'emendamento al decreto Sblocca Italia che mira a impedire l'accesso alle gare di appalto ai liberi professionisti riservandole alle società di ingegneria.

"Come se a nulla fossero servite le esperienze del Mose e di Expo, il Governo senza alcuna vergogna propone, dunque, un emendamento che, in violazione della legge Severino che stabilisce regole etiche e obblighi per gli architetti e per gli altri professionisti, consente a qualsiasi società anonima di progettare e di dirigere lavori al di fuori di ogni controllo etico e di competenza".

"Dal Governo - continua - ci saremmo aspettati non lobbistiche sanatorie 'sblocca conti' delle società di capitale, bensì concreti interventi per promuovere la rigenerazione urbana sostenibile e per riavviare i cantieri. Qualora l'emendamento fosse approvato sarebbe un vero e proprio scandalo e uno schiaffo a tutta una generazione di giovani professionisti che fidano ancora in una Italia nella quale solo il merito, da conquistarsi giorno per giorno, sia premiato".

"Si dimostrerebbe, invece - conclude Freyrie - che, purtroppo, l'Italia, continua a privilegiare discutibili e dannose scorciatoie rispetto all'indifferibile necessità di premiare etica del lavoro, qualificazione e capacità professionali con una visione affrontabile solo attraverso la cultura del progetto".

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?