In occasione del centenario della nascita di Bruno Zevi, l’Ordine degli Architetti di Roma e provincia organizza una giornata di studio dedicata al celebre storico e critico dell’architettura, nato nel 1918 e scomparso nel 2000.

L’evento vuole analizzare il pensiero di Zevi evidenziando il rapporto tra spazio zeviano e linguaggio, tra dinamica architettonica e scrittura critica, tra tecniche di rappresentazione e cultura fotografico cinematografica, tra urbanistica ed etica dell’architettura per studiare il passato e riflettere sul prossimo futuro.

Nel 1948 esce il libro “Saper vedere l’architettura”: Zevi rilegge la storia in un continuo confronto linguistico che svela l’essenza del fare architettura e prefigura nuove modalità critiche di comprensione della realtà urbana.

In tale direzione l’educazione allo spazio, più dell’analisi di una pianta-prospetto-sezione, rappresenta il presupposto per studiare criticamente il contemporaneo.

Il convegno intende evidenziare l’eredità culturale e l’attualità critica di Bruno Zevi attraverso il contributo di architetti, urbanisti, critici, giornalisti, scrittori, editori, nel tentativo di costruire un evento nel quale vengano confrontati diversi approcci culturali, molteplici saperi e visioni multiformi che possano far luce, oggi, sull’importanza e la portata storica del pensiero zeviano.

Roma, Casa dell'Architettura, Piazza Manfredo Fanti 47
giovedì 14 giugno 2018 | ore 9.00 - 19.30
Crediti formativi: La partecipazione all'evento riconosce 8 CFP .
È obbligatoria la registrazione online su: ordine.architettiroma.it

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?