Aperta al pubblico, pochi giorni fa, nei monumentali spazi del Braccio di Carlo Magno presso il Colonnato di Piazza San Pietro, la mostra "Santiago Calatrava: la metamorfosi dello spazio" invita a riflettere per gli accostamenti tra opere appartenenti a codici artistici differenti, sebbene contigui che, come spiegano gli organizzatori, portano lo sguardo dell’osservatore verso livelli diversificati nella lettura dei volumi architettonici, della visione dello spazio e delle forme artistiche di Calatrava.

La mostra rimarrà aperta fino al 20 febbraio 2014.

L'esposizione, a cura di Micol Forti, è promossa dai Musei Vaticani insieme al Pontificio Consiglio della Cultura e raccoglie circa 140 opere (tra un selezionato nucleo di modelli architettonici e relativi disegni preparatori, oltre che dipinti ad acquerello e una ricca antologia di sculture) che presentano la multiforme produzione artistica di Santiago Calatrava, generalmente conosciuto in campo architettonico ed ingegneristico.

Dal percorso espositivo si legge visibilmente la vocazione dell'interdisciplinarietà artistica del grande architetto, che riesce a dialogare con forte sensibilità tra tecniche ardite e visioni spaziali richiamanti sovente le forme della natura.

Chiarificatrici sono le parole di Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, nel presentare questa inusuale esposizione: "dentro gli spazi del Braccio di Carlomagno, nell'efficace allestimento minimalista dell'arch. Roberto Pulitani, attraverso la contaminazione e il rispecchiamento fra il mestiere dell'architetto e quello del pittore e dello scultore,in un fluido grafico plastico e cromatico continuo, noi possiamo capire che alla base dell'arte di Santiago Calatrava, alla radice dei suoi ponti iperbolici, delle sue stazioni ferroviarie od Opera Houses, così come dei suoi manufatti in bronzo o in palissandro, ci sono lo studio, la valutazione tecnica e infine la trasfigurazione poetica delle forze della natura."

Arch. Lorenzo Margiotta

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?