Da alcune settimane una petizione rivolta al Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano stava raccogliendo firme di adesione per non stravolgere gli intenti iniziali della notissima Agenzia CasaClima, oltre a chiedere il reintegro del famosissimo direttore di CasaClima Norbert Lantschner.
Ma cosa sta succedendo all’interno dell’agenzia altoatesina?
Il Consiglio di Amministrazione aveva sospeso Norbert Lantschner dal ruolo di direttore di CasaClima, e per fornire qualche notizia in più su questa strana situazione si riportano i testi significativi apparsi sulla rete:
 
dal blog.atcasa.corriere.it
È una petizione partita dall’Alto Adige che in poco più di un mese ha superato le mille firme: www.salviamocasaclima.it è rivolta a tutti coloro che negli anni hanno guardato alla provincia altoatesina come esempio virtuoso per l’edilizia sostenibile e conosciuto Norbert Lantschner come una pedina fondamentale di questo processo. Proprio lui, l’ideatore e promotore instancabile, nonché direttore, dell’Agenzia Altoatesina CasaClima, sistema di certificazione energetica che ha fatto scuola in tutta Italia, è stato sospeso dal suo incarico e la petizione ne chiede il reintegro.

Salviamo CasaClimaChi è Lantschner? E’ un esperto di temantiche ambientali noto a livello internazionale. Per 14 anni ha diretto l’ufficio Aria e Rumore della Provincia di Bolzano, occupandosi di problematiche d’inquinamento dell’aria, da rumore e protezione del clima.

Come Coordinatore dell’Alleanza per il Clima ha sviluppato diverse attività mirate alla riduzione delle emissioni di gas serra, tra queste il progetto CasaClima, che gli ha portato molti riconoscimenti internazionali.

Il motivo della sospensione? Il 28 dicembre scorso ha tenuto una conferenza stampa in cui spiegava che l’Agenzia Casaclima stava perdendo le motivazioni ideali di partenza e minacciava di trasformarsi in una mera impresa di business.

L’antefatto: le aziende che diventano partner dell’Agenzia, ovvero che producono prodotti che concorrono alla costruzione di case certificate Casaclima, dopo un rigoroso e (costoso) tirocinio ottengono una credibilità indiscussa sul mercato.

Proprio per questo dopo anni in cui le aziende altoatesine erano le uniche portatrici di questo marchio di garanzia, proprio grazie a Lantschner, il sistema di certificazione di Casaclima è stato esportato in molte altre regioni d’Italia, ha migliorato le prestazioni energetiche dei prodotti di molte altre aziende dislocate lungo il territorio nazionale. Un dato positivo per il sistema Italia e per l’ambiente, ma che, secondo Lantschner, non è stata ben accetta ad alcuni partner Casaclima Altoatesini, che si sono fatti sentire. Consci della propria potenza come bacino di voti si sono rivolti alla Provincia di Bolzano, da due anni unica proprietaria dell’Agenzia, la risposta è stata il ridimensionamento dell’autonomia di Norbert Lantschner, che non ha accettato la decisione e ha convocato la conferenza stampa di cui sopra.

dal sito: salviamocasaclima.it
...crediamo che qualcuno stia offendendo la nostra intelligenza e stia provocando la pazienza di tutti coloro che credevano e speravano che CasaClima fosse divenuta una “vera istituzione”, appartenente non solo alla Provincia di Bolzano, ma a tutti coloro che vi hanno creduto e vi hanno investito risorse ed energie: come le migliaia di persone che hanno frequentato i corsi, le aziende partner, e chi credeva che fosse una realtà aperta ai network e verso coloro che ci collaborano attivamente ogni giorno da dieci anni.

Ma, evidentemente, qualcuno crede davvero che questa idea, nata dalla mente di Norbert Lantschner, invece di diventare un bene universale ed un concetto diffuso, debba restar chiusa fra le montagne dell’Alto Adige per essere usata al piacere di poteri già fin troppo logorati. Come disse qualcuno: “a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca!”.

dal sito: edilcantiere.it
La notizia dell'allontanamento del direttore Norbert Lantschner dalla guida dell’Agenzia CasaClima ha scatenato un polverone.
Numerossissime le reazioni tra i professionisti italiani del settore e non solo.
Su testate giornalistiche e sul web sono esplose lettere e commenti che rivendicano il prestigioso operato di Lantschner all'interno di CasaClima. Una storia lunga un decennio, che ha visto costruire passo dopo passo la leggenda che ha per nome CasaClima.

dal sito: salviamocasaclima.it
...finalmente è caduta la maschera...
Norbert Lantschner è stato licenziato. Senza una telefonata, senza un confronto...
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?