È stato presentato, nella sala consiliare di Palazzo di Città la scorsa settimana, il Portale interno di accesso al SIT - Sistema informativo territoriale del Comune di Bari, tramite il quale tutti i dipendenti dell'ente che hanno accesso alla intranet potranno visualizzare le cartografie ed interrogare le banche dati correlate.

SIT Sistema informativo territorialeIl progetto del SIT, avviato circa due anni fa, ha consentito di integrare e interrelare le banche dati esistenti aggiornando le cartografie territoriali grazie anche alla disponibilità della Regione Puglia e dell'Agenzia delle Entrate.

Di seguito una presentazione del progetto:
La società civile, l'economia, il territorio, pongono agli organi di governo locale questioni di complessità elevata che esigono processi decisionali articolati e sistemi gestionali affidabili.
Le politiche di tutela dell'ambiente, delle risorse naturali e dei beni culturali, l'organizzazione della mobilità, la pianificazione urbanistica esprimono un fabbisogno informativo intenso; l'attività di controllo dell'attività edilizia, frequentemente in sofferenza per la intrinseca complessità dei problemi e dei procedimenti, può trovare piena efficienza solo grazie ad un sistema informativo appropriato; le istanze di qualità del servizio al cittadino e di equità nei confronti dei contribuenti propongono una domanda di informazioni estesa e innovativa.

Con il termine SIT - Sistema informativo territoriale, anche nel linguaggio specialistico, possono intendersi due oggetti del tutto diversi.
Una prima accezione, certamente restrittiva, si riferisce ai sistemi informatici specializzati nel trattamento di rappresentazioni grafiche del territorio. Sistemi cioè congegnati per supportare efficientemente l'impianto, il mantenimento e l'utilizzo di estese banche di dati grafici riferiti al territorio, elaborati all'origine con riferimento particolare alle esigenze di gestione delle reti infrastrutturali urbane. Nel tempo questi sistemi hanno arricchito le loro funzionalità originarie, essenzialmente grafiche, con una crescente capacità di correlare efficientemente alle rappresentazioni grafiche ogni altro genere di informazioni. Si tratta dunque di strumenti per il trattamento dei dati di ogni tipo riferibili al territorio.

Il secondo significato di Sistema informativo territoriale si è affermato nell'ambito delle prime esperienze che a livello comunale hanno attuato in modo più o meno sistematico correlazioni di banche dati gestionali al territorio, per impieghi a supporto sia della gestione sia dei processi decisionali. In questi ambiti è stato definito SIT, o sistema informativo territoriale, il complesso organizzato dei dati economici, sociali, ambientali, geografici disponibili per un territorio, relazionati fra loro e alla geometria del territorio stesso mediante chiavi appropriate, quali ad esempio la numerazione civica, georeferenziata mediante l'attribuzione a ciascun numero civico delle relative coordinate geografiche.

La prestazione essenziale richiesta a un tale sistema è quella di assicurare la disponibilità della più ampia quantità e varietà di dati sulla realtà locale, posti in relazione con la geometria del territorio.
Più precisamente un sistema di tale genere deve essere in grado di:
- rendere disponibile la generalità dei dati relativi al territorio e alla realtà sociale, economica, ambientale che vi insiste;
- rendere possibile il confronto fra dati di ogni genere, in riferimento a un medesimo soggetto, a un medesimo oggetto e, in particolare, a un medesimo elemento del territorio, fisico o virtuale;
- provvedere a sistemi efficienti per l'accesso ai dati e per il loro trattamento;
- mettere a disposizione degli utenti sistemi applicativi di varia complessità per la produzione di informazioni e di modelli di simulazione o interpretazione.

Nell'ambito dei suoi processi decisionali, della gestione e del controllo, l'Amministrazione comunale raccoglie e produce, mantiene e aggiorna ampie quantità di dati di interesse rilevante. In alcuni casi, come per il registro della popolazione o per la toponomastica, si tratta di banche dati strutturate, costituite e conservate in adempimento di specifici compiti istituzionali; nella generalità degli altri casi si tratta dei dati prodotti per le necessità delle diverse gestioni, o derivati dai flussi informativi di queste per finalità diverse. Nel complesso questi dati forniscono la descrizione in assoluto più dettagliata ed estesa della comunità locale, del suo territorio e delle sue attività: un patrimonio informativo che per quanto concerne la realtà locale non ha confronti.

I sistemi informativi dei diversi Settori dell'Amministrazione comunale possono però essere oggi comparati a isole di un vasto arcipelago, ognuna in sé ben organizzata, ma tutte o quasi tutte carenti di qualche prodotto essenziale che si sa abbondante in qualche altra isola. Per porre rimedio ai rispettivi deficit, continuando nella metafora, è necessario:
- promuovere sistematiche esplorazioni geografiche, che portino alla scoperta delle altre isole e dei loro prodotti;
- adottare una lingua franca che consenta di intendersi con gli altri isolani;
- concordare una moneta secondo la quale valutare i diversi prodotti;
- istituire regolari linee di navigazione commerciale;
- utilizzare al meglio quanto importato nell'economia locale.

Fuor di metafora, l'obiettivo consiste nella costruzione di un sistema che:
- consegua la disponibilità del più ampio numero di banche dati esistenti, realizzate o gestite anche esternamente all'Amministrazione comunale, con adeguati requisiti di accessibilità e di processabilità;
- attui il relazionamento di queste banche dati, fra loro e con la geometria del territorio;
- supporti con appropriate funzioni di impiego generale l'interrogazione delle banche dati, l'elaborazione dei dati correlati e l'output, sia in forma alfanumerica che grafica;
- disponga di sistemi specializzati ad alto livello di supporto ai processi decisionali per la generalità delle politiche del governo locale;
- disponga di sistemi specializzati ad alto livello per le gestioni amministrative di elevata complessità e che maggiormente dipendono dalle informazioni disponibili nel sistema informativo territoriale.

Il SIT del Comune di Bari è concepito pertanto come un sistema che:
- raccoglie, cataloga e rende accessibili il maggior numero di banche dati cartografiche e alfanumeriche esistenti, anche esterne all'Amministrazione comunale, con particolare riguardo, ad esempio, ai database territoriali messi a punto dal progetto regionale SIT Puglia che costituiscono, nello specifico, il punto di riferimento dello stato dell'arte;
- implementa protocolli di interscambio informativo con le diverse Amministrazioni operanti sul territorio, ciascuna per l'area funzionale di propria competenza, in primis l'Agenzia del territorio;
- mette in relazione queste banche dati, fra loro e con la geometria del territorio;
- supporta, con appropriate funzioni di impiego generale, l'interrogazione delle banche dati, l'elaborazione dei dati correlati e l'output, sia in forma alfanumerica che grafica;
- dispone di sistemi specializzati ad alto livello per alcune gestioni specificamente individuate.

Il SIT ad oggi racchiude al suo interno un importante patrimonio informativo cartografico e alfanumerico per il quale sono già state realizzate le correlazioni topologiche che ne consentono una visione coordinata e unificata e di cui di seguito si riporta un elenco sintetico e non esaustivo:
AMBIENTE - AREE VERDI - CART_PUBBlicitaria - CARTOGRAFIA - CATASTO - DBT (dataset della Regione Puglia) - MOBILITÀ
PRG - SCUOLE

fonte: Comune di Bari
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?