Rossana Bossaglia è stata professore ordinario di Storia dell'arte moderna all'Università di Pavia, critica d’arte di valore internazionale e curatrice di numerose mostre importantissime : nel 1972 alla Permanente di Milano, nel 1977 alla Galleria d'arte moderna di Bologna, nel 1981 a Villa Malpensata di Lugano, nel 1982 la monografiche dedicata all'architetto Raimondo D'Aronco ad Udine e quella del 1984 dedicata allo scultore piemontese Leonardo Bistolfi a Casale Monferrato.

Il suo campo d'interesse, a partire dagli anni sessanta, è stato il liberty italiano nel contesto dei percorsi artistici dei primi anni del Novecento, sotto il profilo dei riflessi pittorici, scultorei e soprattutto architettonici.

D'aronco, Amambasciata Italiana - bosforo

Rifacendoci alla descrizione, tratta dal sito www.arteliberty.it, si ricorda che "con il nome di Liberty si intende un vasto movimento artistico che, tra fine Ottocento ed inizi Novecento, interessò soprattutto l’architettura e le arti applicate. In Italia ebbe inizialmente il nome di "Floreale", per assumere poi il più noto nome di "Liberty" dal negozio di un commerciante in oggetti orientali a Londra, Arthur Lasenby Liberty".

Imponente la sua produzione libraria anche con testi e cataloghi realizzati in collaborazione con altri famosi critici d’arte.
Tra questi non si possono dimenticare: "Il Liberty in Italia” (1968), "Sironi e il Novecento” (1991), "Parlando con Argan” nel 1992, "Il Novecento italiano” (1996), fino a "La nave di Ulisse” per Archinto, nel 2005.

Arch. Maria Renova

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?