La Corte dei Conti ha contestato un danno erariale di 6,7 milioni di euro a tre funzionari della Regione Piemonte per l'affidamento, senza gara, della progettazione del grattacielo che ospiterà i nuovi uffici della Regione Piemonte.

Per il pm Ivano Malpesi, i tre funzionari avrebbero contribuito a vario titolo a violare le norme della concorrenza e avrebbero provocato il danno erariale autorizzando la liquidazione delle parcelle ai progettisti guidati dall'archistar Massimiliano Fuksas.

Tutto inizia dalla giunta Ghigo, che assegnò il progetto a Fuksas, la colpa della giunta Bresso, secondo la Corte dei Conti, sarebbe quella di aver poi assegnato il proseguimento dei lavori allo studio Fuksas senza bandire una nuova gara.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?