Il sottosegretario alle infrastrutture, Rocco Girlanda, durante il convegno 'Classificare la vulnerabilità sismica dei fabbricati' all'interno del Saie di Bologna, salone dell'innovazione edilizia, ha annunciato la formazione di un gruppo di lavoro per la proposizione di provvedimenti normativi per la classificazione del rischio sismico delle costruzioni.

Il sottosegretario ha parlato di una task force istituita con decreto del 17 ottobre del ministro Maurizio Lupi, e composta dai massimi esperti in materia provenienti dal mondo accademico e dall'amministrazione pubblica.

"In Italia oltre 10 milioni di edifici di cui circa centomila capannoni hanno bisogno di essere valutati dal punto di vista del rischio sismico - ha detto Girlanda - La convinzione del ministero è che si può ragionare su tutto ma mai si può lasciare la sicurezza, soprattutto per gli edifici scolastici, in secondo piano. Su questo c'è un impegno fortissimo del ministero che già da giugno ha preso l'impegno di costituire la task force".

Il gruppo di lavoro è uno strumento utile a dare attuazione alle norme introdotte con il decreto 'ecobonus' e ribadite dalla legge di stabilità.
Consentirà infatti di individuare le modalità di applicazione di incentivi fiscali per interventi di riduzione del rischio sismico, graduati sulla base della tipologia di interventi, della valutazione quantitativa del rischio effettivo e della riduzione del rischio ottenuta con l'intervento.

Fonte ANSA

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?