La nuova giunta comunale ha rifinanziato l'esecuzione del progetto dell'arch. Francesco Cellini (che vinse il concorso internazionale bandito dal Campidoglio) riguadante tutta l'area di Piazza Augusto Imperatore, che va dal Mausoleo di Augusto alla teca dell'Ara Pacis di Meier.

Originariamente si parlava di un costo di diciassette milioni di euro, e così il progetto fu definanziato dalla giunta precedente. Ora, interpellato il progettista, si pensa di dividere le opere in due fasi.

La prima consiste nell'intervenire intorno al Mausoleo di Augusto creando una nuova piazza, una grande cavea, alla quale sarà possibile accedere attraverso due scalinate degradanti fino al nuovo museo dell'Ara Pacis.
La seconda dovrebbe intervenire sulla sistemazione a verde dell'area rimanente intorno al monumento, che tra l'altro è già oggetto di previsioni di restauro da parte della Soprintendenza archeologica.

L'obiettivo della giunta capitolina è quello di realizzare la pedonalizzazione del
Lungotevere nel tratto in prossimità dell’Ara Pacis (che sarà resa possibile grazie alla realizzazione di un sottopasso veicolare), un intervento che consentirà di recuperare il rapporto tra la grande piazza e il Tevere con nuovi affacci e con nuove discese alle banchine del fiume.

L'idea base è la realizzazione di un nuovo assetto di tutta l’area di Piazza Augusto Imperatore; una sistemazione che renderà nuovamente fruibile il grande Mausoleo di Augusto, sia alla quota archeologica (quella da cui si accede alla tomba), sia alla quota più alta, quella dell’ex giardino Soderini e dell’ex Auditorium.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?