Dopo il decreto del segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il quale si è proceduto alla costituzione del Nucleo per la valutazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie (in base al bando nazionale emesso il 3 Giugno 2016), si attende ora che si proceda speditamente per la valutazione delle proposte da finanziare.

Il Nucleo è composto dal segretario generale della Presidenza del Consiglio Paolo Aquilanti, che svolge le funzioni di presidente, e da sei esperti di particolare qualificazione professionale: - ing. Michele Brigante, designato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; - dott.ssa Veronica Nicotra, segretario generale dell'ANCI, designata dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI);
- prof. Fabio Pammolli, professore ordinario di Economia e gestione delle imprese presso la Scuola Superiore Universitaria IMT Alti Studi Lucca;
- prof.ssa Laura Ricci, direttore del Dipartimento di Pianificazione design tecnologia dell'architettura della Facoltà di Architettura dell'Università di Roma La Sapienza;
- consigliere Ferruccio Sepe, dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
- arch. Elisabetta Fabbri - conosciuta a livello governativo per vari e importanti lavori pubblici e nel particolare settore dei Beni Culturali.

Nella prima riunione il Nucleo ha definito (stando alle notizie di stampa) le proprie modalità di funzionamento nonché ulteriori criteri di valutazione dei progetti rispetto a quelli di base indicati nel bando allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ponevano in primo piano i requisiti della tempestività ed esecutività degli interventi, della capacità di attivare sinergie fra finanziamenti pubblici e privati, della fattibilità economica e finanziaria e della coerenza interna del progetto.

Come si ricorderà, il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia menziona, nel relativo Bando, i seguenti obiettivi:
- realizzazione di interventi urgenti per la rigenerazione delle aree urbane degradate;
- l’accrescimento della sicurezza territoriale;
- il potenziamento della mobilità sostenibile;
- lo sviluppo di pratiche di inclusione sociale;
- l’adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali, culturali, educativi e didattici.

Dopo le valutazioni del Nucleo saranno successivamente proclamati i vincitori e verranno sottoscritti gli accordi di programma o convenzioni con gli stessi Enti presentatori dei progetti e saranno definiti i tempi e le modalità di realizzazione degli interventi.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?