È stata presentata la proposta vincitrice del concorso di progettazione 'Torri 2020' di Itea Spa per la riqualificazione delle 'torri' di Madonna Bianca a Trento.

E’ della Campomarzio il progetto vincente del concorso lanciato a marzo da Itea Spa, nell'ambito del progetto europeo Stardust.
Itea Spa, dopo la fase di verifica, affiderà al vincitore del concorso l'incarico per la progettazione definitiva, ed eventualmente la progettazione esecutiva.

Sono stati 32 gli studi ed i professionisti che si sono confrontati nella prima fase del concorso e 5 le migliori proposte che la commissione giudicatrice ha ammesso alla seconda fase del concorso.

CosÌ si legge da lavocedeltrentino.it: Un intervento di “Risanamento conservativo” al fine di non alterare l’espressione architettonica del complesso, un approccio “Super energy” che si pone l’obiettivo di portare le torri al più alto standard energetico e di comfort oggi esistente sul mercato per le nuove costruzioni ovvero lo standard Passivhaus ed infine la realizzazione dei “Common spaces” (spazi comuni) in copertura grazie al bonus volumetrico ottenuto con l’elevato risparmio energetico raggiunto. Sono queste le parole chiave che descrivono a grandi linee il progetto della Campomarzio di Trento che si aggiudica il primo posto al concorso di progettazione Torri 2020.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?