Dal 30 agosto al 7 settembre, in otto sale del Bel Étage nel Französisches Palais a Berlino, Unter den Linden 40, è andata in scena "Loewe raum", una sofisticata installazione in stile Bauhaus, concepita come spazio temporaneo, che ripercorre la straordinaria storia di Loewe dagli esordi fino all’attuale riposizionamento del gruppo, pioniere dell’elettronica di consumo.

Tessuti dallo stile inconfondibile per una presenza di grande effetto: Nya Nordiska, editore tessile innovativo per una moderna cultura dell‘arredo, ha presentato la sua attuale collezione autunnale in una cornice straordinaria.
Un design sobrio e un’ampia palette cromatica di tendenza consentono ad architetti, interior designer e decoratori di realizzare con facilità ogni progetto tessile in tonalità finemente abbinate e dimensioni a tutta altezza.

Otto tessuti esclusivi, tra prodotti nuovi o rivisitati, che emozionano e che, grazie al design essenziale e ai formati a tutta altezza, si sono rivelati la componente tessile ideale di un progetto di cooperazione interdisciplinare di grande impatto, la "Loewe raum".

Un incontro interessante tra tecnica, design e lifestyle che ha riunito protagonisti di diversi settori dell'arredamento: per il comparto dei tessuti d’arredo Loewe ha scelto Nya Nordiska.
"La fusione di tecnica e tessuti, design e arte, musica e moda, in un progetto d’insieme, di respiro internazionale è perfettamente in linea con la filosofia di Nya Nordiska", ha dichiarato il Managing Director Remo Röntgen. Oltre all’essenzialità del design, infatti, sia Loewe sia Nya Nordiska possono annoverare tra le proprie sinergie la creazione di prodotti "made in Germany" e la tradizione di aziende a conduzione familiare.

L’attuale collezione autunnale 2016/2017 di Nya Nordiska è andata in scena come elemento tessile di una presentazione inedita, realizzata per la prima volta in una location finora non accessibile al pubblico.
Una sfida alla quale gli otto prodotti nuovi o rivisitati hanno saputo rispondere con grande ricchezza di variazioni, grazie alla loro raffinatezza e a una gamma cromatica rinnovata – dallo stile purista d’ispirazione asiatica del plissée alla tattilità e tonalità naturali del lino fino all’opulenza del velluto rosso rubino.

Tra le nuove proposte sono state particolarmente apprezzate Amy, un tessuto per tende tinto in filo, semitrasparente, dal drappeggio leggero, morbido, antipiega e disponibile in tonalità pastello cipriate, e Janis FR, dal design jacquard, ondulato, che crea effetti di semitrasparenze giocando con l’alternanza dei colori.
La struttura intrecciata e sinuosa del tessuto si presenta a tratti più discreta, a tratti più marcata e, in funzione del colore scelto, dona all’articolo un tocco classico, elegante o giocoso. La scarsa infiammabilità e i 325 cm di altezza rendono Janis FR adatto anche a molteplici applicazioni nel settore dell’arredamento per ambienti pubblici.

Il raso

Il raso finemente lucente di Rigoletto e il velluto di cotone di Rubino 2.0 e di Cord 2.0, con il quale torna alla ribalta uno dei tessuti più amati caratterizzato dall’inconfondibile struttura a costine, sono disponibili in un’ampia gamma di colori di tendenza che invita a creare combinazioni dalle sfumature raffinate in interni nuovi o già allestiti.

Il lino

Il tipico stile casual chic del lino viene riproposto da Taoki 2.0 con la sua delicata brillantezza e da Gobi, dalla stoffa secca e leggermente granulosa al tatto disponibile in tonalità pastello di grande attualità come giada, acqua, lavanda e rosa.
Ototo CS, invece, ha una presenza imponente, quasi scultorea, ottenuta attraverso un inedito effetto crash che dona a questo tessuto a righe plissettato, adatto ad ambienti pubblici, l’aspetto di un raffinato origami.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?