La riforma del catasto, ferma dal 1939, ha preso il via per giungere ad una vera trasformazione del mercato degli immobili italiani (che sono tuttora circa 62 milioni).

La rendita catastale sarà basata sul valore calcolato in metri quadri e non più in vani, adeguato da un coefficiente moltiplicatore che terrà in considerazione le caratteristiche degli edifici.
La modifica avverrà anche per il valore patrimoniale, poichè il coefficiente terrà conto delle caratteristiche fisiche dell’immobile (localizzazione, data di realizzazione, affacci).

Tutto ciò dovrebbe avvicinare il valore dell’immobile a quello di mercato, ma per avere trasparenza e certezza degli esiti sarà necessario un ingente lavoro che impegnerà anche gli enti locali per almeno cinque anni, il tempo necessario per portare a compimento tutta la riforma del catasto.

Ma intanto i professionisti (secondo il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 11 marzo) abilitati alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale, dovranno presentare le relative domande esclusivamente online dal prossimo primo giugno 2015.

Utilizzo obbligatorio delle procedure telematiche

Il Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate, infatti, ha prescritto che i professionisti iscritti agli Ordini e Collegi professionali, utilizzeranno le procedure telematiche per la presentazione delle seguenti tipologie di atti di aggiornamento:
- dichiarazioni per l’accertamento delle unità immobiliari urbane di nuova costruzione;
- dichiarazioni di variazione dello stato, consistenza e destinazione delle unità immobiliari già censite;
- dichiarazioni di beni immobili non produttivi di reddito urbano, compresi i beni comuni, e relative variazioni;
- tipi mappali;
- tipi di frazionamento;
- tipi mappali aventi anche funzione di tipi di frazionamento;
- tipi particellari.
In caso di irregolare funzionamento del servizio telematico, l’atto di aggiornamento, sottoscritto con firma digitale, è presentato presso l’Ufficio territorialmente competente su supporto informatico.

Ing. Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?