L’OICE, l’associazione confindustriale che riunisce le società di ingegneria e di architettura italiane, ha organizzato per la mattinata del 18 giugno a Roma, presso l'Auditorium dell'Ara Pacis (Via di Ripetta 190) il Convegno: “L'ingegneria organizzata in Europa e nel mondo: modello per la riforma degli appalti pubblici in Italia”.

Parteciperanno all’incontro: per il Governo il Vice Ministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini e il Capo Dipartimento Affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio Antonella Manzione, per il Parlamento il relatore del ddl delega appalti senatore Stefano Esposito e l'onorevole Raffaella Mariani, per l'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) il Consigliere Michele Corradino, per Confindustria il Vice Presidente Vittorio Di Paola, oltre ai rappresentanti della Federazione mondiale degli Ingegneri (FIDIC) e a quella Europea delle Associazioni delle Società di Ingegneria (EFCA).

Al centro del Convegno e degli interventi dei relatori è il disegno di legge delega sugli appalti pubblici, con il quale verrà riformato il codice dei contratti pubblici e saranno recepite le nuove direttive europee, che sta per essere approvato in Senato e a breve passerà alla Camera; su di esso l’OICE presenterà alle istituzioni e all'opinione pubblica le proprie proposte e le proprie valutazioni.

Con questa iniziativa dell’OICE - la prima del 2015 in cui l’Associazione festeggia il suo 50ennale - vista anche la stretta attualità del tema, sarà confrontata la situazione in cui operano in altri paesi le società di ingegneria, per conoscere i contenuti dei modelli contrattuali applicabili a livello internazionale.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?