Si è tenuta ieri, nella sala stampa di Palazzo Chigi, una conferenza stampa di presentazione del libro "Italiasicura. Il piano nazionale di opere e interventi e del piano finanziario per la riduzione del rischio idrogeologico".

A tre anni dalla istituzione della struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche presso la presidenza del consiglio dei ministri, è stato presentato il quadro generale e dettagliato regione per regione delle 10.000 opere previste, degli investimenti, dei cantieri aperti, e dello stato di avanzamento delle progettazioni.

Al di là della partecipazione di Erasmo d’Angelis, coordinatore della struttura di missione (oltre al Ministro dell’Ambiente e alla Sottosegretaria alla Presidenza del consiglio dei Ministri), molto deludente è la constatazione di ciò che è stato fatto, visto che il 90% degli interventi sono soltanto previsti e ancora privi di progettazione esecutiva.
E il Piano nazionale sul dissesto idrogeologico che è stato presentato a Palazzo Chigi intende mettere in sicurezza il nostro Paese con circa 29 miliardi di euro nel giro di 15-20 anni.

In Conferenza stampa si è parlato di “primi risultati raggiunti grazie al lavoro della Struttura di missione per il contrasto al dissesto idrogeologico e lo sviluppo delle infrastrutture”, ma si resta delusi nell’apprendere che solo 1.300 interventi ritenuti prioritari hanno i cantieri già aperti.

Si parla ancora di un fondo da 100 milioni, istituito presso il Ministero dell'Ambiente, ma in realtà si dialoga solo su 29 miliardi ritenuti necessari per realizzare le opere attualmente previste, di cui soltanto 13 milioni sono già disponibili: 3 stanziati dalle Regioni, 10 dallo Stato, recuperando anche fondi non utilizzati.

Se si continua così non ci sarà mai in Italia una vera tutela della vita dei cittadini e del territorio, e meno ancora della tutela del paesaggio e dell'ambiente.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?