L'architettura sacra del Salento è famosa per la ricchezza del suo Barocco e il colore tipico della sua pietra. Ben dodici esempi di questi affascinanti manufatti religiosi saranno restaurati grazie all’otto per mille dell’Irpef 2010. Gli interventi prevedono opere di restauro e risanamento.

Restauri con fondi stataliLe opere sui monumenti salentini rientrano fra i 343 interventi scelti dalla Presidenza del Consiglio dei ministri per destinare fondi a diretta gestione statale. Dei complessivi 144 milioni di euro circa, sono destinati 5 milioni distribuiti fra i lavori alle chiese di Lecce e altri Comuni della provincia.

Colonne e capitelli della cripta saranno oggetto dei lavori previsti nella cattedrale di Otranto. A Lecce, la chiesa di Santa Maria della Nova sarà oggetto di lavori di consolidamento statico e restauro mentre per la chiesa di Santa Maria degli Angeli si procederà alla bonifica e al recupero funzionale delle pertinenze. Una sostanziosa cifra andrà infine al completamento e al restauro dei prospetti posteriori, delle antiche mura della città e al recupero dei vecchi locali del monastero delle Benedettine di San Giovanni Evangelista.

Completamento e restauro della chiesa di Sant’Antonio da Padova e il restauro della facciata della chiesa di Santa Teresa saranno i lavori a Nardò  mentre a Torre San Giovanni di Ugento, sul lato ionico, con i fondi pubblici si procederà al recupero e valorizzazione dell’area archeologica e ai restauri delle decorazioni pittoriche e il recupero dell’unità figurativa interna alla chiesa del Curato.

Le altre architetture e opere d'arte oggetto di lavori di restauro si trovano a Gallipoli, Cavallino, Andrano, Galatina e sono rispettivamente la chiesa di Santa Maria degli Angeli, la torre campanaria della chiesa dell’Assunta, la chiesa ex conventuale dei Padri predicatori di San Domenico dedicata a Santa Maria delle Grazie, il controsoffitto ligneo della navata centrale e le tele del ciclo pittorico della chiesa dei Santi Pietro e Paolo apostoli.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?