Sabato scorso il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in occasione dell’inaugurazione della Biennale di Architettura a Venezia ha detto: "abbiamo firmato il decreto che prevede il bando da 500 milioni di euro destinati alle periferie".

"Investire sul rammendo delle nostre periferie come occasione di riqualificazione urbana e come opportunità per dare più sicurezza ai cittadini è una scelta politica, non solo culturale."

Con queste parole Renzi ha confermato (su Facebook) di aver firmato il bando con il quale vengono stabilite le modalità per la selezione di progetti di riqualificazione delle aree urbane degradate da finanziare con l'apposito fondo da 500 milioni, introdotto dalla legge di Stabilità 2016.

In realtà il bando da 500 milioni di euro (destinato ai Comuni capoluoghi di provincia, di Regione e alle Città Metropolitane) per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie era atteso sin dal 31 gennaio 2016.

Ma intanto diciamo che è avviato l'iter del "Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie". Firmato il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri ora si attende che venga pubblicato in Gazzetta Ufficiale.
Data importante, perché i soggetti proponenti dovranno presentare i progetti entro 90 giorni dalla pubblicazione in G.U.

Gli interventi previsti

Oltre ai progetti di rigenerazione delle aree urbane degradate, potranno ricevere contributi anche:
- i piani per l'accrescimento della sicurezza territoriale,
- i piani per il potenziamento della mobilità sostenibile,
- gli interventi di sviluppo di pratiche di inclusione sociale,
- i progetti di adeguamento delle infrastrutture destinate ai servizi sociali e culturali, educativi e didattici, nonché alle attività culturali ed educative promosse da soggetti pubblici e privati.

Il provvedimento firmato, dopo la pubblicazione in G.U., dovrà disciplinare anche la costituzione di un "Nucleo per la valutazione dei progetti", che avrà il compito di scegliere gli interventi da ammettere a finanziamento.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?